Legge antiomofobia, Bernardini e Rovasio: quanto avvenuto oggi in aula è dimostrazione di ipocrisia. Mentre il Vaticano brinda, i morti e i feriti lgbt entrano nell’oblio.

 

Dichiarazione di Rita Bernardini, deputata radicale pd e Sergio Rovasio, Segretario Associazione Radicale Certi Diritti:
Quanto avvenuto oggi in aula sul provvedimento contro l’omofobia è la dimostrazione, ove ve ne fosse ancora bisogno, che chiedere semplici aggravanti di reati senza proporre nulla per battere il clima di intolleranza e di violenza, rischia di farci rimanere tutti con un pugno di mosche.
Mentre oggi in Vaticano si brinda, i morti e i feriti per causa di violenza omofobica e transfobica entrano sempre più nell’oblio. Per l’ennesima volta ha vinto l’ipocrisia e la falsità, tipici di questo paese che ignora il pregiudizio e l’odio sempre più diffusi contro le persone più doboli e che è incapace di combatterli con adeguate e specifiche campagne educative e informative, sul piano sociale e culturale.
Ringraziamo Paola Concia per l’enorme lavoro che ha svolto in qualità di relatrice del provvedimento antiomofobia; dobbiamo continuare a lavorare insieme per migliorare questo paese, per promuovere leggi di tolleranza e giustizia, per proteggere le persone lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, transgender, esposte al pregiudizio, all’odio e ai diritti negati”. 

 

© 2009 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati

Rita Bernardini, Sergio Rovasio

POST COLLEGATI

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA