Statuto Lista Marco Pannella

Art. 1

È costituita l’associazione politica nazionale “Lista Marco Pannella” altresì denominata “Notizie Radicali-Lista Pannella” con sede in Roma via di Torre Argentina n. 76.

Art. 2

Scopo dell’associazione è quello di promuovere iniziative politiche, culturali, elettorali, sia dirette, sia eventualmente delegate al Partito Radicale, per la riforma democratica di tipo anglosassone, federalista e federalista europea, ecologista, nonviolenta della politica e delle istituzioni italiane. L’associazione gestisce gli archivi dei parlamentari dell’area radicale che saranno ad essa pervenuti tramite lasciti, donazioni, legati.

Art. 3

Per la realizzazione degli scopi di cui al precedente articolo, l’associazione promuove iniziative di studio e di ricerca, convegni, incontri, dibattiti, manifestazioni, iniziative editoriali nazionali ed internazionali.

Art. 4

Sono soci dell’associazione quelli che, sottoscrivendo l’atto costitutivo, acquistano la qualifica di “fondatori” e quelli che vi aderiscono annualmente, denominati “soci ordinari” previa loro ammissione da parte dell’assemblea dei soci. A partire dall’assemblea del 21 febbraio 2000, decadono dalla qualità di soci fondatori i soci che sono assenti ingiustificati per tre assemblee ordinarie e/o straordinarie consecutive. Le condizioni di adesione all’associazione sono l’accettazione del presente statuto e il versamento delle quote sociali annue nella misura stabilita dall’assemblea dei soci. Il mancato versamento delle quote annue, da effettuarsi entro sette giorni dalla convocazione dell’assemblea annuale, comporta l’automatica esclusione dall’associazione.

Art. 5

Sono organi dell’associazione:

  • Il Presidente;
  • L’Assemblea dei Soci;
  • Il Segretario.

Non è prevista alcuna retribuzione per i chiamati a ricoprire le cariche sociali. Le cariche di Presidente e di Segretario possono essere ricoperte solamente dai soci fondatori o ordinari.

Art. 6

L’Assemblea dei Soci è l’organo ratificante dell’associazione e ne definisce gli indirizzi generali, le scelte politiche, culturali, scientifiche e sociali. Essa viene convocata una volta all’anno su iniziativa del Presidente, in via straordinaria, ogni qual volta lo richiedano i due terzi (2/3) dei soci. L’assemblea a maggioranza elegge il Presidente e il Segretario, approva lo statuto e delibera le modifiche dello statuto stesso, approva il bilancio e delibera sull’ammissione dei nuovi soci e sull’accettazione di donazioni, eredità e legati.

Art. 7

Il Presidente eletto dall’assemblea, dura in carica cinque anni. Egli è il responsabile politico dell’associazione di cui ha la rappresentanza legale sia nei rapporti con i terzi che in giudizio, con il potere di promuovere autonomamente qualsiasi azione giudiziaria e di essere comunque parte nei processi. Egli amministra il patrimonio, adotta i provvedimenti e le iniziative necessarie per il buon andamento dell’associazione e per il raggiungimento degli scopi della stessa. Il presidente ha la responsabilità dell’apertura e della gestione dei conti correnti bancari e postali intestati all’associazione. Al presidente è conferito altresì il potere di riscuotere il contributo finanziario dovuto a titolo di concorso alle spese elettorali ai sensi delle vigenti leggi e di rilasciarne quietanza nelle forme richieste, con esonero di responsabilità dell’ente pagatore.

Art. 8

Il Segretario è responsabile delle attività organizzative e di propaganda e collabora con il Presidente per assicurare l’ordinaria amministrazione delle attività e del patrimonio eventuale dell’associazione.

Art. 9

L’associazione può ricevere donazioni, eredità e legati, anche sottoforma di azioni e/o quote di società, da parte di persone fisiche, giuridiche, associazioni, fondazioni.

Art. 10

Il patrimonio dell’associazione è costituito:

  • dalle quote dei soci;
  • dai contributi che i cittadini, le associazioni e gli enti pubblici e privati devolveranno per il raggiungimento degli scopi sociali;
  • da azioni o quote di società e da immobili;
  • dai ricavati delle iniziative di autofinanziamento promosse dagli organi sociali.

Art. 11

L’assemblea delibera a maggioranza, i modi e le forme dello scioglimento dell’associazione. La destinazione del patrimonio sociale deve essere espressamente approvata dal presidente.

Art. 12

Per quanto non previsto dal presente statuto trovano applicazione le norme del codice civile e delle leggi speciali in materia.

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA