Marra, Radicali: quando onestà è l’unica proposta ai cittadini non può non finire così. La risposta sono le riforme, non i cori giustizialisti

Dichiarazione di Riccardo Magi, Segretario di Radicali Italiani, e di Alessandro Capriccioli, Segretario di Radicali Roma.

Dopo l’arresto di Marra non ci uniremo al coro festante dei nuovi manettari che oggi, come spesso accade, sono prontissimi a darsi il cambio coi manettari di prima: quando viene arrestato qualcuno c’è ben poco da ridere e da esultare, a prescindere dal fatto che la misura sia più o meno giusta o giustificata e nonostante il fatto che a essere colpito dalla vicenda sia il movimento più giustizialista del paese.
Occorre piuttosto fare una considerazione politica: quando l’unica cosa che si ha da offrire ai cittadini è l’onestà, e successivamente l’onestà viene meno, non rimane più nulla di utile per la collettività.
Ecco perché l’onestà in sé e per sé non è, e non potrà mai essere, un argomento politico significativo: mentre lo sono le idee e le proposte concrete di riforma, che puntano al cambiamento attraverso la modifica dei meccanismi che favoriscono la corruzione e il malaffare, a prescindere dalle singole persone che se ne faranno interpreti.
Proprio quelle proposte e quelle riforme, sabato e domenica, saranno al centro dell’Assemblea annuale di Radicali Roma: le stesse su cui lavoriamo da anni, e che riteniamo gli unici strumenti utili per il rilancio della città. Al di là delle gare di onestà, che non servono davvero a nessuno.

POST COLLEGATI

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA