Trasparenza, Regione Piemonte pubblica online incarichi assegnati – Manfredi (Radicali): “Alla fine ce l’ho fatta”

Trasparenza/Regione Piemonte pubblica online incarichi assegnati a dipendenti e relativi compensi, non solo per realizzazione grattacielo. Manfredi (radicali): “Ci sono voluti 443 giorni e c’è voluto il parere di Raffaele Cantone ma alla fine ce l’ho fatta”

Oggi gli uffici del Settore Trasparenza e Anticorruzione della Regione Piemonte hanno comunicato a Giulio Manfredi (Associazione radicale Adelaide Aglietta) il seguente link, presente nel banner “amministrazione trasparente” sul sito della Regione Piemonte, dove sono stati pubblicati gi elenchi analitici sugli incarichi conferiti ai dipendenti regionali e sui relativi compensi, dal 2013 al 2017 (ma rispetto alla Sede Unica anche per gli anni anteriori).

Giulio Manfredi:

Richiesi questi dati (per quanto concerne la realizzazione della Sede Unica) con un “accesso civico” il 1° dicembre 2015, 443 giorni fa. Sia il responsabile Trasparenza (Dr. Andrea Vanner) sia l’allora capo di Gabinetto della Giunta Regionale (Dr. Luciano Conterno) mi risposero che la normativa non era chiara e che la mia richiesta era sospesa in attesa del parere dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Il parere del Dr. Raffele Cantone è arrivato in Regione solamente il 12 gennaio scorso (vedi link in calce). Nel documento, il Dr. Raffaele Cantone ricorda le mie segnalazioni all’ANAC, stigmatizza la decisione del Responsabile per la Trasparenza di bloccare il mio “accesso civico”, dichiara di non avere alcuna competenza in materia di “accesso civico”, ma, soprattutto, invita la Regione a pubblicare immediatamente incarichi e compensi assegnati ai dipendenti, ai sensi dell’art. 18 del D. lgs. 33/2013.

Ci sarà tempo per analizzare i dati pubblicati. Oggi mi godo una vittoria sul fronte della trasparenza ottenuta solamente grazie al metodo radicale, alla testardaggine radicale e al sostegno dell’Associazione Aglietta. Una vittoria che, nella migliore tradizione radicale, va a vantaggio non mio, non dell’Associazione Aglietta, ma di tutti i cittadini.

Mi dispiace rilevare che non uno dei 51 consiglieri regionali ha ritenuto di appoggiare la mia semplice richiesta di attuazione della legge, entrata vigore ben quattro anni fa, il 20 aprile 2013.

Scarica il pdf del riscontro Anac.

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA