Immigrazione, Magi (Radicali) a Serracchiani: no a politica che si fa scudo della paura, vincerla superando legge che produce irregolarità e insicurezza

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani

A Debora Serracchiani, che nel suo intervento al Lingotto ha posto l’accento sulla paura che le persone hanno degli immigrati, vogliamo rispondere che il compito della politica non è certo assecondare quella paura e farla così diventare l’alibi della propria inerzia. Perché significherebbe perpetuare la paura dei cittadini senza rispondere alla loro legittima esigenza di sicurezza, facendo così lo stesso gioco di chi sulla paura lucra elettoralmente e per questo ha bisogno di alimentarla.

La gente ha paura di ciò che non è governato, proprio come il fenomeno dell’immigrazione che negli ultimi 15 anni è stato consegnato all’illusione securitaria della legge Bossi Fini che ha prodotto soltanto clandestinità e quindi insicurezza per tutti i cittadini. E’ chiaro a tutti ormai che securitario non è sinonimo di sicuro. Dunque è del tutto miope replicare crociate demagogiche contro gli irregolari, annunciando espulsioni e respingimenti, il cui fallimento si riflette nel dato dei 500mila stranieri che soggiornano illegalmente nel nostro paese.

Per vincere la paura dei cittadini e garantire la sicurezza, che sta a cuore a tutti, bisogna quindi governare in modo ordinato il fenomeno dell’immigrazione. E per farlo servono norme che tolgano acqua al bacino dell’irregolarità, dello sfruttamento e dunque della criminalità, cogliendo al tempo stesso le opportunità e i benefici che il nostro paese può ricevere, è già riceve, dalla presenza dei migranti. Nessuno dice che sia facile, ma è la sfida che abbiamo davanti, ed è una delle principali del nostro tempo. Per questo ad aprile come Radicali Italiani, con Emma Bonino, tanti sindaci e un’ampia rete di organizzazioni laiche e cattoliche del terzo settore avvieremo la raccolta firme su una legge popolare per superare la Bossi Fini: un progetto di riforma che intendiamo sottoporre anche ai tre candidati alla segreteria del Partito democratico, poiché crediamo che il principale partito di centro sinistra del Paese non possa sottrarsi a questa sfida.

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA