Carceri, Radicali Italiani: Dati Consiglio d’Europa confermano danni proibizionismo, legalizzare per cambio di rotta

Magi e Soldo: “Quella delle droghe è questione sociale e non va affrontata col diritto penale”

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, e della presidente Antonella Soldo

Dal Consiglio d’Europa arriva l’ennesima conferma del fallimento e dei danni che il proibizionismo produce anche sul piano della giustizia. I dati diffusi oggi, che assegnano all’Italia il record di detenuti per reati legati alla droga tra tutti i 47 paesi, dimostrano come la lotta alla droga non abbia fatto altro che riempire le nostre carceri, senza scalfire affatto il business delle narcomafie. Se si considera infatti che la maggior parte dei procedimenti giudiziari e delle condanne per droga riguarda la cannabis, è evidente come le politiche proibizioniste mirino a ripulire il mercato della droga dei “pesci piccoli”, mentre le organizzazioni criminali continuano a fare affari d’oro, a dispetto dei 2 milioni di euro che ogni anno in Italia si spendono per contrastare questo mercato illegale.

Ad affermare che serva un cambio deciso di strategia ormai non siamo più solo noi radicali, che lo sosteniamo da oltre 40 anni, ma un ampio fronte che comprende anche magistrati e rappresentanti delle forze dell’ordine schierati a favore della legalizzazione della cannabis: dal procuratore nazionale antimafia Roberti, al presidente dell’Anticorruzione Cantone, ai più importanti sindacati di polizia. Quella delle tossicodipendenze è una delle più grandi questioni sociali aperte nel paese e non può più essere affrontata con gli strumenti del diritto penale. E’ ora che il parlamento ne prenda atto e riavvii il dibattito sulla cannabis legale anche a partire dalle proposte della legge popolare che come Radicali Italiani e Associazione Luca Coscioni abbiamo depositato con le firme di 60.000 cittadini.

14 marzo 2017

La nostra campagna: Radical Cannabis Club

POST COLLEGATI

#referendumAct
#radicaliAlFuturo
#radicalcannabisclub
#sfidaImmigrazione
#parliamone
#europeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA