Ue, Magi (Radicali Italiani): no a europeisti della domenica, su migranti e debito serve cambio di rotta

“Le ragioni di quegli europeisti della domenica, che dicono : “sì all’Europa, però…” mettono a rischio il progetto europeo tanto quanto le posizioni apertamente sovraniste”, così il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi intervenendo a Parma alla riunione del Comitato Nazionale.

“Non si può costruire una Ue più democratica e all’altezza delle sfide epocali che ha di fronte, senza mettere in atto politiche anche nazionali che rendano l’Europa più forte, difendendola dagli attacchi nazionalisti.

Ad esempio, oggi in Italia non ci si può dire davvero europeisti se non si è disposti ad attuare una politica di contenimento del debito e ‘congelamento’ della spesa pubblica. L’Italia è il paese Ue che cresce di meno, il nostro debito pubblico è ai livelli di guardia, il sistema elettorale proporzionale a cui andiamo incontro rischia di far lievitare ulteriormente la spesa pubblica. Ma questi temi sono scomparsi dall’agenda politica e riaffiorano solo nelle recriminazioni antieuro. Eppure l’Italia rischia di diventare la zavorra d’Europa e di fronte a nuova crisi potrebbero essere gli altri paesi a volerla fuori dall’Euro e questo sarebbe colpo enorme per il futuro dell’Ue.

Allo stesso modo, non ci si può dire europeisti in Italia se non si appoggia la nostra legge popolare per superare la pessima Bossi-Fini e dare all’Italia una buona legge, che ci renda credibili e autorevoli quando chiediamo all’Ue maggiore responsabilità nella gestione dei flussi migratori.

Ecco perché, se è vero che la sfida del secondo turno alle elezioni francesi ha un’importanza enorme e tutti noi europeisti siamo schierati convintamente a sostegno di Macron, dobbiamo essere consapevoli che anche le elezioni italiane saranno fondamentali per il futuro dell’Ue”, conclude Magi.

Tag:

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA