L.elettorale, Magi (Radicali Italiani): mentre celebrano Repubblica partiti mortificano istituzioni democratiche e cittadini

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani

Oggi si celebra la Repubblica italiana con dichiarazioni altisonanti sulla coesione nazionale. Quel che non si dice, però, è che in queste ore le principali forze politiche mettono gravemente a rischio la credibilità delle stesse istituzioni repubblicane, con una spericolata corsa alle urne e con una legge elettorale che svilisce i diritti politici dei cittadini. Con il “tedesco all’amatriciana”, che toglie valore al voto nei collegi uninominali, la composizione del parlamento non rispecchierà la scelta democratica degli elettori, ma soltanto le ragioni delle segreterie di partito. Riscrivere la legge elettorale a poche settimane dal voto impedirà di informare adeguatamente i cittadini sulle nuove regole e soprattutto negherà condizioni di uguaglianza e pari opportunità nella competizione elettorale. Chi infatti potrà raccogliere decine di migliaia di firme sulle liste in poche settimane, d’estate e senza la modalità digitale prevista invece dalla bozza Mazziotti? Solo i partiti che si sono dimostrati falsari abituali al momento della presentazione delle liste.
Tutto ciò rappresenta una chiara e grave violazione dei diritti politici sanciti dalla costituzione. E le massime autorità istituzionali i leader delle forze politiche dovrebbero esserne consapevoli, mentre celebrano i 71 anni della nostra Repubblica.

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA