L.elettorale, Magi (Radicali Italiani): Grazie a Mazziotti e Mucci, ora avanti con battaglia per firme digitali subito e deleghe autenticatori

Rischi senza precedenti per diritti politici italiani, in 70 anni nessun presidente della Repubblica ha consentito campagna balneare, ci rivolgeremo a Mattarella

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani

Dobbiamo tutti ringraziare il presidente Andrea Mazziotti e l’onorevole Mara Mucci, che con i loro emendamenti hanno consentito di fare dei passi in avanti importanti sulla modalità della raccolta delle firme, portando in commissione Affari costituzionali la battaglia che come Radicali conduciamo da tempo per restituire condizioni minime di democrazia al procedimento elettorale e rispettare i diritti politici dei cittadini.

Perché non restino traguardi simbolici, è necessario continuare a battersi per far sì che non solo queste misure siano confermate nel passaggio di aula, ma che già dalla prossima tornata elettorale i cittadini abbiano la possibilità di firmare in modalità digitale per le liste e che sia ampliata la platea degli autenticatori. Senza queste norme, infatti, saranno violati i principi di uguaglianza e parità di accesso alla competizione elettorale e si esporrà il paese al rischio di nuovi casi di firme false, soprattutto in caso di voto in autunno: chi infatti sarà in grado di raccogliere regolarmente centinaia di migliaia di firme in così breve tempo e nei mesi estivi?

Il percorso con cui le principali forze politiche vogliono spingere il Paese verso il salto nel buio, e senza rete, delle elezioni anticipate, con una legge elettorale che rispecchia le esigenze dei partiti più che l’espressione libera e democratica degli elettori, prefigura gravi violazioni dei diritti politici dei cittadini e causa alle istituzioni un’ulteriore perdita di credibilità. Non è un caso che nessuna delle diciassette elezioni per la Camera e il Senato della nostra storia repubblicana si sia svolta in autunno, ma tutte in primavera, perché svolgere una campagna elettorale in piena estate è sembrato, nel corso degli ultimi 70 anni, una ipotesi sconsiderata che nessun Presidente della Repubblica si è assunto la grave responsabilità di prendere in considerazione, nell’esercizio del suo potere di scioglimento anticipato delle Camere.

Ecco perché di tutte queste questioni intendiamo investire in particolare il Presidente Mattarella perché da garante della Costituzione faccia tutto quanto è nelle sue facoltà per tutelare i diritti politici dei cittadini e la tenuta democratica delle nostre istituzioni.

5 giugno 2017

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA