Migranti, Magi: Da Grillo malafede e falsità. Chi dice stop ad accoglienza fa interessi mafie

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani

L’immigrazione è una sfida epocale, non solo per l’Italia. Brandirla come arma di distrazione dal flop elettorale e per rimediare con un po’ di consenso a buon mercato conferma la totale assenza responsabilità e visione del M5S, che pure si dice pronto a mettersi alla guida del paese.

Per mascherare l’inadeguatezza della giunta Raggi, Grillo lancia una campagna all’insegna della malafede e delle falsità soffiando sul fuoco dalle tensioni sociali. Il problema a Roma, infatti, non sono certo i numeri, poco più di 7 mila richiedenti asilo in una città di 3 milioni di abitanti, ma l’evidente incapacità di organizzare un’accoglienza degna di una capitale. La stessa incapacità che negli anni scorsi ha permesso alle organizzazioni criminali di lucrare sulla pelle dei migranti, come dei rom: l’altro bersaglio della nuova crociata grillina. Nel vuoto di governo il malaffare si sostituisce alla politica, per questo è necessario affrontare con politiche efficaci un fenomeno come i flussi migratori, che è inarrestabile perché risponde a dinamiche globali e non certo agli umori di Grillo. Chiudendo ogni occasione di ingresso legale in Italia, la Bossi-Fini non ha fermato l’immigrazione ma solo alimentato l’irregolarità. Chi dunque vorrebbe combattere la clandestinità e garantire sicurezza dicendo “basta immigrati”, da una parte mente, dell’altra favorisce gli interessi delle mafie che proprio nella clandestinità trovano terreno fertile: alla faccia della sicurezza dei cittadini!

La risposta è quindi superare l’attuale fallimentare legge sull’immigrazione, aprendo canali di ingresso legali, investendo su lavoro e inclusione, come proponiamo con la campagna “Ero Straniero – L’umanità che fa bene“: la legge d’iniziativa popolare su cui come Radicali Italiani stiamo raccogliendo le firme insieme a tante organizzazioni laiche e cattoliche, e con il supporto di centinaia di sindaci che – da Bergamo a Palermo, da Milano a Napoli, da Parma a Catania, da Pisa a Bologna – a differenza di Virginia Raggi hanno capito che una buona accoglienza è la migliore garanzia anche per gli italiani. Ma soprattutto l’hanno i capito i cittadini che stanno firmando ai nostri banchetti, perché da sempre il Paese è migliore di come vorrebbe dipingerlo il demagogo di turno.

Roma, 14 giugno 2017

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA