Roma, Radicali denunciano: impedita con la forza raccolta firme contro Bossi-Fini e referendum Atac a notte bianca Sapienza

“Ieri sera alcuni studenti dei collettivi della Sapienza hanno impedito con la forza a chi si recava alla ‘notte bianca’ da loro organizzata di conoscere e firmare per il referendum sul trasporto pubblico ‘MobilitiamoRoma’ e per la legge popolare ‘Ero straniero’ per superare la legge sull’immigrazione Bossi Fini”, lo denunciano il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi e il segretario di Radicali Roma Alessandro Capriccioli pubblicando su Facebook il video dell’episodio.

“Hanno tolto il nostro tavolo e tutto il materiale, costringendoci a spostarci dall’area nella quale eravamo autorizzati dalla questura a raccogliere le firme. La violenza, anche verbale, con cui siamo stati cacciati non ha recato danno soltanto a noi ma anche a tutti coloro che avrebbero potuto e voluto sostenere queste nostre iniziative su temi che sono centrali per la città, come dimostrano la crisi conclamata dei trasporti, la situazione tuttora irrisolta dei migranti del Baobab e il voltafaccia della sindaca Raggi sull’accoglienza. Ci dispiace per i cittadini che si sono visti strappare un loro, oltre che nostro, diritto con la forza. E ci dispiace per i ragazzi del collettivo che in questo modo hanno negato quei principi di democrazia per cui sostengono di lottare, proprio all’Università che dovrebbe essere una sede di confronto e dialogo.

Da parte nostra – concludono Magi e Capriccioli- continueremo a raccogliere firme alla Sapienza e proporremo di organizzare anche lì un dibattito pubblico, democratico e aperto sulle campagne che stiamo portando avanti”.

Roma, 17 giugno 2017

Tag:

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA