Droga: Legalizzare cannabis è riforma di buon senso, parlamento ultima riserva proibizionista. Nostra lotta continua nelle piazze

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, e della presidente Antonella Soldo:

I dati del “Libro Bianco sulle droghe” presentato oggi tolgono ogni alibi ai falchi della guerra alla droga: repressione e proibizionismo continuano a produrre danni enormi. Invece legalizzare la cannabis, su cui ancora oggi si concentra la maggior parte dell’attività repressiva, sottrarrebbe soldi alle mafie e li porterebbe all’erario, riscatterebbe milioni di consumatori dal mercato criminale, libererebbe risorse per la nostra giustizia e avrebbe un effetto deflattivo sulle carceri. E’ quindi una riforma di buon senso, che oggi mette d’accordo magistrati, forze di polizia, perfino la Direzione nazionale antimafia e, ovviamente, la stragrande maggioranza del Paese. Ma è proprio in parlamento, dove si dovrebbe agire con ragionevolezza e nell’interesse dei cittadini, che risiede l’ultima riserva proibizionista e sbarra la strada alla legalizzazione, accumulando ritardo rispetto ai tanti paesi che al di là e al di qua dell’oceano hanno intrapreso politiche antiproizioniste.
E se davvero in questa legislatura mancherà la volontà politica per approvare la legge sulla cannabis legale, il prossimo parlamento dovrà comunque fare i conti con la legge di iniziativa popolare che come Radicali Italiani e Associazione Coscioni, insieme a tante organizzazioni, abbiamo depositato con le firme di 60 mila cittadini. La lotta quindi continua, nelle strade e nelle piazze con le nostre disobbedienze civili e i corsi di coltivazione del Radical Cannabis Club con cui gireremo l’Italia, al fianco dei cittadini che non vogliono più essere criminalizzati da uno Stato che, difendendo una legislazione proibizionista, di fatto difende gli interessi delle mafie.

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA