Migranti, Magi: Noi primi a suggerire rilascio visti temporanei, governo lo valuti seriamente per responsabilizzare stati Ue

“Sarebbe occasione per superare regolamento Dublino, che presto potrebbe essere bocciato da Corte Ue”

“Come Radicali Italiani siamo stati i primi ad avanzare al governo la soluzione del rilascio di permessi temporanei validi in tutta Europa, di fronte al rifiuto di alcuni Stati dell’Ue di assumersi le proprie responsabilità. Speriamo quindi che il governo valuti seriamente questa strada, come scrive oggi il Times”, lo ha dichiarato il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi nel suo intervento conclusivo al comitato nazionale.

“L’Italia, che ha il merito in questi anni di aver salvato migliaia di vite, ha bisogno di uno strumento di pressione concreto e praticabile sugli altri paesi europei. Non di slogan urlati come “chiudiamo i porti”, che significherebbe violare il diritto internazionale colpendo i più deboli. Questo strumento può essere proprio la Direttiva europea 55 sulla protezione temporanea, che in caso di afflusso massiccio di sfollati prevede lo smistamento nei diversi paesi Ue, e – a livello nazionale – il ricorso al permesso di soggiorno per motivi umanitari, previsto dalla legge italiana e già sperimentato nel 2011 durante gli arrivi dalla Tunisia. L’accoglienza diventerebbe così una responsabilità di tutti i paesi Ue. E sarebbe un primo passo per ridiscutere una strategia comune a livello europeo, ma anche per superare il regolamento di Dublino inadeguato e fortemente penalizzante per il nostro paese. La bocciatura di Dublino potrebbe arrivare a fine luglio dalla Corte di Giustizia Europea, visto che l’avvocato della Corte, nel parere espresso in giudizio, ha denunciato l’inadeguatezza di questo regolamento a far fronte a flussi così massicci”, ha concluso Magi.

Roma, 16 luglio 2017

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA