Cannabis: Mafie ringraziano parlamento, partita resta aperta grazie a nostra legge popolare per legalizzazione

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani e della presidente Antonella Soldo

“Mafie e mercanti della droga non possono che dire grazie di fronte all’affossamento del ddl cannabis legale.

La scelta proposta dall’on. Miotto di portare avanti solo la parte relativa alla cannabis terapeutica è irresponsabile e ipocrita. La cannabis terapeutica è legale dal 2007 in Italia e nonostante ciò fatica ad affermarsi proprio a causa dell’aurea di criminalizzazione che ancora circonda questa sostanza: infatti sono ancora moltissimi i medici che non conoscono questa possibilità terapeutica o che si rifiutano di prescriverla per paura di essere perseguiti. Rinunciando a creare le condizioni in parlamento per approvare l’intero testo, il Pd ha perso l’occasione di conquistare una riforma invocata dalla stragrande maggioranza del Paese, appoggiata da numerosi magistrati e dalla direzione nazionale antimafia. Legalizzare la cannabis non è un capriccio ma è un’urgenza che riguarda migliaia di detenuti nelle carceri, migliaia di processi che intasano i tribunali, milioni di euro e risorse sottratte ad operazioni della polizia; riguarda la salute, i diritti e le libertà delle persone. La partita sulla legalizzazione però non si chiude qui, ma resta aperta proprio grazie a cittadini, quasi 70mila, che hanno firmato la legge di iniziativa popolare depositata da noi Radicali Italiani con l’Associazione Coscioni e numerose organizzazioni e che prevede la regolamentazione legale della produzione, del commercio e del consumo della cannabis. Essendo una legge popolare, resterà in piedi anche nella prossima legislatura. Come Radicali continueremo a batterci, anche con le nostre disobbedienze civili, perché questa legge venga discussa e approvata, per consegnare finalmente all’Italia una riforma che attende da tempo”.

Roma, 26 luglio 2017

POST COLLEGATI

#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA