Venezuela: Maduro si comporta da gangster. L’Europa faccia sentire la propria voce

In merito all’ulteriore tragico aggravamento della situazione in Venezuela, gli esponenti della Direzione nazionale di Radicali Italiani Igor Boni e Silvja Manzi intervengono nuovamente per condannare la deriva violenta, antidemocratica e liberticida assunta dal regime venezuelano:

«La tragedia venezuelana precipita repentinamente, sospinta dalla follia di un regime alle corde, ma arriva da lontano. Questo è il risultato di anni di provvedimenti liberticidi e antidemocratici attuati da Chavez prima e da Maduro dopo, nel sostanziale disinteresse di tutti e con addirittura l’appoggio di una parte delle forze politiche nei nostri Paesi occidentali.

Le dichiarazioni coraggiose di ieri di molti Capi di Stato e di Governo – compreso il nostro presidente del Consiglio Gentiloni che dice “In Venezuela c’è una situazione al limite della guerra civile e di un regime dittatoriale. Una realtà che non riconosceremo: non riconosceremo l’assemblea costituente voluta da Maduro” – sono tardive ma forniscono finalmente un quadro realistico su quello che sta vivendo l’intero popolo venezuelano.

È in queste occasioni che la mancanza di una politica estera comune europea diviene evidente, dato che a nessuno sfugge come le azioni di 28 “staterelli” siano alquanto poco incisive rispetto a quanto potrebbe (e dovrebbe) fare una Europa federale.

In attesa che si aprano gli occhi su questo, chiediamo che vengano convocati immediatamente tutti gli ambasciatori venezuelani presenti nelle capitali europee per dare il segno tangibile del contrasto alle azioni violente di chi ha cancellato lo stato di diritto, comportandosi come un dittatore/gangster e trasformando il proprio paese in un far west, anziché svolgere il proprio ruolo di Presidente.»

Tag:

POST COLLEGATI

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA