Cannabis: occasione persa per Parlamento, primo traguardo per lotta antiproibizionista accanto ai malati. Prosegue battaglia per legalizzazione

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, e della presidente Antonella Soldo

Scegliendo di limitare l’esame del ddl cannabis legale al solo uso medico il Parlamento ha sprecato un’occasione storica: quella di conquistare per il Paese una grande riforma che, attraverso un ampio provvedimento di legalizzazione, avrebbe sgravato la giustizia e le carceri dai danni del proibizionismo, sferrato un attacco micidiale alle narcomafie, avrebbe portato vantaggi dal punto di vista economico e sanitario e affermato la libertà e i diritti di milioni di cittadini criminalizzati per il proprio stile di vita.

Cioè la riforma proposta dalla legge di iniziativa popolare “Legalizziamo” che come Radicali Italiani, con l’Associazione Coscioni e tante organizzazioni, abbiamo presentato alla Camera con le firme di oltre 67 mila cittadini.

Una campagna che ha permesso di portare questo tema al centro dell’agenda pubblica e quindi anche di conquistare questo piccolo parziale traguardo sul fronte della cannabis terapeutica.

Se è vero che il via libera di oggi a Montecitorio segna un passo in avanti e la caduta di ciò che era considerato un tabù perfino in campo medico, lo si deve infatti solo alla lotta quotidiana di migliaia di malati e di chi, come noi Radicali, si batte al loro fianco.

La battaglia per la legalizzazione vera e propria della cannabis va avanti. Siamo determinati a raggiungere questo obiettivo, passo dopo passo, per tutte quelle migliaia di pazienti che ancora si rivolgono al mercato nero e per i milioni di cittadini vittime del proibizionismo di Stato.

Roma, 19 ottobre 2017

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA