Fine vita: Importanti parole del Papa. Si approvi subito biotestamento per affermare diritti cittadini 

Dichiarazione del segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi, del tesoriere Silvja Manzi e del presidente Antonella Soldo

Ci aspettiamo che il parlamento italiano, in genere attento e solerte rispetto agli appelli che giungono da Oltretevere, non si lasci sfuggire le parole di saggezza pronunciate oggi da Papa Francesco sul fine vita.

Con la sua importante apertura, Bergoglio non solo riafferma un principio dichiarato con nettezza già da Pio XII nel 1957, che dunque fa parte della dottrina della Chiesa da tempo, ma che le forze proibizioniste fuori e dentro il parlamento rifiutano di rispettare andando così contro quegli stessi principi religiosi e morali che sostengono di voler difendere. Ma ribadisce anche quanto sancito dalla Costituzione italiana e rivendicato dalla stragrande maggioranza degli italiani che chiedono di poter disporre liberamente del proprio corpo. Ed è per questo che chiediamo con forza che il Senato approvi al più presto, entro questa legislatura, la legge sul biotestamento: una riforma di civiltà che segnerebbe un primo fondamentale passo verso il riconoscimento di diritti inalienabili, negati a milioni di persone da una sparuta minoranza proibizionista che siede in parlamento e da uno Stato che processa Marco Cappato per aver aiutato Dj Fabo ad affermare la propria volontà.

Sono trascorsi più di 4 anni da quando come Radicali Italiani insieme all’Associazione Luca Coscioni abbiamo raccolto 68 mila firme di cittadini sulla legge di iniziativa popolare Eutanasia legale. È ora che il legislatore si assuma la propria responsabilità per colmare il grave ritardo che, in particolare sul fronte dei diritti e delle libertà, allontana sempre di più il Paese dalle proprie istituzioni.

Roma, 16 novembre 2017

POST COLLEGATI

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA