Aborto: Radicali pubblicano video dell’applauso in chiesa a Emma Bonino. “Su IVG 41% ospedali fuori legge, continua lotta per affermare libertà di scelta”

Dichiarazione di Riccardo Magi, Silvja Manzi e Antonella Soldo, segretario, tesoriere e presidente di Radicali Italiani

A don Pieri e a tutti coloro che in queste ore paragonano la battaglia sull’aborto ai reati di mafia, rispondiamo con l’applauso scrosciante ricevuto da Emma Bonino in una chiesa di Ronco di Cossato a Biella dove qualche settimana fa, invitata per parlare della campagna “Ero Straniero” sull’immigrazione e interrotta da un parrocchiano, ha ricordato la battaglia per la legalizzazione dell’aborto e come ciascuno debba poter essere libero di scegliere responsabilmente per se stesso.

Qui il video pubblicato sulla pagina Facebook di Radicali Italiani:

Quarant’anni fa la maggioranza degli italiani affermò la differenza tra reato e peccato, e comprese l’importanza di regolamentare l’interruzione della gravidanza per sconfiggere l’aborto clandestino di massa.
Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, prima della legge 194 ogni anno in Italia avvenivano circa un milione e mezzo di aborti clandestini. Nel 1982 erano 250 mila. Lo scorso anno per la prima volta nella storia sono calati sotto i 90.000, il 9,3% meno dell’anno precedente, grazie alla pillola del giorno dopo e nonostante gli obiettori di coscienza che in intere regioni rendono impossibile l’accesso all’interruzione volontaria di gravidanza. Il 41% degli ospedali italiani, infatti, non è in conformità con quanto previsto dalla legge.
Insieme a Emma, dunque, abbiamo ancora molto da lottare per ribadire che nessuno può mettere le mani sul corpo, sull’intimità e sulle scelte di una persona. Con buona pace dei don Francesco Pieri di turno.

Roma, 20 novembre 2017

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA