Bilancio partecipativo. Sono 51 le proposte ammesse alla seconda fase

Lipparini: “Partecipazione record che testimonia la volontà dei cittadini di prendere parte concretamente al governo della città”

Si è conclusa con successo la prima fase del Bilancio Partecipativo. Le 242 proposte caricate sul sito sono state supportate più di 17mila volte dagli oltre 10mila utenti che si sono registrati.

Parte ora la fase 2 – di valutazione e progettazione – che proseguirà fino alla fine del mese di febbraio 2018 e a cui accedono 51 proposte: nove per il Municipio 8, sette per il Municipio 6, sei per il Municipio 3, cinque per il Municipio 1, 2, 4, 7 e 9 e quattro per il Municipio 5.

Il numero delle proposte è diverso per ogni Municipio perché, seguendo la classifica dei progetti maggiormente supportati, sono stati scelti quelli che complessivamente raggiungono una spesa di un milione di euro, calcolata a partire dal budget minimo indicato nella proposta (quindiviene sommata la cifra del budget minimo della prima proposta classificata con quello della seconda e così via, fino ad arrivare a un milione di euro).

I proponenti dei 51 progetti ammessi alla seconda fase saranno contattati dall’Amministrazione per la co-progettazione e la verifica della fattibilità della loro proposta.

“Arriviamo a questa seconda fase con numeri record, quintuplicati rispetto alla prima edizione – ha commentato Lorenzo Lipparini, assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open Data – e che testimoniano la volontà dei cittadini di partecipare concretamente al governo della città. Adesso comincia la fase di co-progettazione con i tecnici del Comune: le proposte che non hanno avuto accesso a questa seconda fase potrebbero comunque essere ripescate se quelle ammesse alla fase di valutazione e progettazione si rivelassero non fattibili. Saranno comunque visionate ed esaminate tutte le proposte presentate, perché i contributi dei cittadini sono preziosi e meritano tutta la nostra attenzione”.

Tra le proposte più supportate la realizzazione dell’area giochi inclusiva del Parco Segantini nel Municipio 6, la creazione di un percorso ciclopedonale per favorire la mobilità “dolce” all’interno del distretto NoLo, nel Municipio 2, la pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa, nel Municipio 8, il progetto “Il Parco x Tutti”, per riqualificare il parchetto tra via Chopin e via Ripamonti nel Municipio 5 e la sistemazione completa dei giardini del comprensorio scolastico di via Martinengo nel Municipio 4. Sul sito si possono consultare le classifiche dei supporti sia su base cittadina sia municipale.

Al termine della fase 2 si aprirà la fase del voto, che avverrà attraverso il sito. I cittadini potranno anche avvalersi di postazioni assistite presso i municipi, le Case delle Associazioni, le biblioteche comunali e altri spazi che vorranno offrire supporto al processo. Ciascun cittadino potrà votare fino a un massimo di tre progetti, di qualsiasi importo e in qualsiasi Municipio. La graduatoria dei progetti sarà definita sulla base del numero di preferenze ottenute.

Milano, 12 dicembre 2017

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA