Atac: Meleo solleva emergenza prevedibile e aggravata da immobilismo, presidio permanente in Campidoglio

Dichiarazione di Riccardo Magi e di Alessandro Capriccioli, rispettivamente segretario di Radicali Italiani e di Radicali Roma

Il grido d’allarme dell’Assessora Meleo, che oggi ha agitato lo spettro del blocco del servizio, è un’emergenza che conoscevamo tutti, lei compresa, già dall’insediamento della Sindaca Raggi, e che in questo anno e mezzo è stata aggravata dall’immobilismo della Giunta a 5 Stelle. Un’emergenza che oggi, presentata in questo modo, diventa il pretesto per procedere a una proroga illegittima, contraria alle normative europee, che potrà soltanto aggravare ancora una situazione già disastrosa a ulteriore scapito del servizio offerto ai cittadini.

L’unica strada percorribile è quelle che abbiamo indicato già dallo scorso anno col referendum “Mobilitiamo Roma”, e sulla quale si sono già pronunciati favorevolmente 33mila cittadini romani: lavorare immediatamente a una gara e aprire alla concorrenza. Solo in questo modo sarà possibile superare un baratro che soffoca la città ormai da decenni, al di là delle grida d’allarme lanciate in modo strumentale per avvalorare le proprie posizioni e aggirare la volontà popolare.

Da oggi, proprio per invitare la Sindaca a indire immediatamente il referendum (atto cui è comunque obbligata a provvedere entro il 31 gennaio) senza ulteriori attendismi che aggraverebbero solo la situazione, siamo in presidio permanente a Piazza del Campidoglio: ci resteremo, tutti i giorni, fino a quando la consultazione non verrà convocata, e i cittadini potranno finalmente esercitare il diritto a pronunciarsi che viene loro garantito dalla legge.

Roma, 10 gennaio 2018

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA