Morti nel mediterraneo: nuovo presidio nonviolento martedì 24 luglio, ore 18 a Montecitorio

Per chiedere di conoscere la verità prima di fornire altro supporto ai libici.

Nei giorni scorsi ci siamo ritrovati in centinaia per manifestare spontaneamente davanti al ministero dell’Interno in maniera nonviolenta, con le mani tinte di rosso, per denunciare che non è mai stato così pericoloso attraversare il Mediterraneo come lo è ora.

Oggi martedì 24 luglio ci ritroveremo alle ore 18.00 in piazza Montecitorio davanti al Parlamento dove è avviata la discussione sul decreto riguardante la cessione di unità navali italiane a supporto della Guardia costiera libica. Saremo ancora con le mani tinte di rosso, per continuare a chiedere conto al ministro dell’Interno e al governo dell’operato della guardia costiera libica e per chiedere al presidente della Camera Roberto Fico di autorizzare quanto prima una missione di deputati in Libia per il pieno esercizio dei poteri di garanzia e controllo del Parlamento: vogliamo conoscere la verità sui naufragi che si susseguono senza sosta, definire le responsabilità di quelle morti e sapere che ne è delle migliaia di persone intercettate in mare dai libici e riportate nei centri di detenzione dove vengono perpetrate violenze e torture. È doveroso accertarlo prima di protrarre ogni altro supporto nei confronti delle autorità libiche, come avviene da oltre un anno, con fondi, mezzi e uomini da parte del governo italiano.

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA