Finanza
finaziamenti_1900x700

Abolizione del finanziamento pubblico ai partiti

La partitocrazia vuole farci credere che il finanziamento pubblico sia necessario e garantisca la democrazia; che se non fosse finanziata col denaro pubblico la politica finirebbe in mano ai ricchi e ai grandi gruppi industriali. Obama ha già dimostrato che non è così, finanziando la sua campagna elettorale con una valanga di microdonazioni di importo inferiore a 100 euro e surclassando i repubblicani appoggiati dalle grandi lobby.

Dal 1993 i partiti hanno incassato 2,3 miliardi di euro, di questi solo700 milioni sono rimborsi elettorali documentati. La verità è che i partiti vogliono continuare a pescare indisturbati denaro dalle tasche dei cittadini per pagare i loro apparati anzichè guadagnarsi il consenso e le libere sottoscrizioni dei simpatizzanti.

I radicali sono contro il finanziamento degli apparati di partito, chiedono che lo Stato finanzi strutture e servizi per i cittadini, per permettere a ciascuno di fare politica. Per questo, ora che l’esame in Parlamento delle proposte di legge sull’abolizione del finanziamento volgono sulla strada dell’ennesimo raggiro ai danni dei cittadini, noi radicali ci prepariamo al lancio di un nuovo pacchetto referendario per abolire definitivamente il rimborso elettorale, a partire da ottobre.

Gli obiettivi della campagna

Raccolta di adesioni e sovvenzionamento per una grande campagna referendaria  che permetta ai cittadini di esprimere il proprio parere definitivo e vincolante in tema di finanziamento pubblico ai partiti.

DONAZIONI

Donazione

RESTA INFORMATO

Compila il modulo per rimanere informato o per dare la tua disponibilità ad aiutarci.

PER SAPERNE DI PIÙ

POST COLLEGATI

Press | Comunicati vedi tutti
#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

DIFFONDI LA CAMPAGNA