Economia
contributi

Campagna per la restituzione dei Contributi silenti


Gran parte dei contributi previdenziali
 dovuti alla Gestione separata dell’Inps dai parasubordinati, dai precari o da coloro che esercitano professioni non regolate da ordini professionali, vengono versati a fondo perduto: se non si raggiunge il minimo richiesto dalla legge per maturare la pensione quei contributi vengono usati per pagare le pensioni di altri, ma non danno diritto ad averne una propria. E anche quando si matura il minimo di contribuzione richiesto, la pensione ottenuta non supera le poche centinaia di euro dell’assegno sociale.  

Venerdì 20 Maggio 2011 si è tenuta la Prima giornata nazionale dei Silenti, con manifestazioni davanti alle Direzioni provinciali dell’Inps di oltre cinquanta città italiane, co promossa insieme all’A.N.C.O.T. (Associazione Nazionale Consulenti Tributari). La Seconda giornata invece ha avuto luogo il 6 ottobre 2011 e tra i promotori si sono aggiunti anche il CoLAP (Coordinamento Libere Associazioni Professionali) e il Giornale delle Partite IVA. La campagna intanto continua a riscuotere adesioni.

Gli obiettivi della campagna:

  1.  La calendarizzazione discussione della proposta di legge presentata dai parlamentari radicali “Delega al governo per l’introduzione di una disciplina in materia di restituzione dei contributi previdenziali che non danno luogo alla maturazione di un corrispondente trattamento pensionistico” (Atto Camera n. 1611).
  2. Ottenere per tutti i cittadini un diritto che i parlamentari attualmente riservano solo a se stessi, come privilegio partitocratico.

Per saperne di più (pdf)

DONAZIONI

Donazione

RESTA INFORMATO

Compila il modulo per rimanere informato o per dare la tua disponibilità ad aiutarci.

POST COLLEGATI

Press | Comunicati vedi tutti
#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

DIFFONDI LA CAMPAGNA