Economia
finaziamenti_1900x700

Taglio all’8x mille

Negli ultimi 20 anni il gettito dell’8 per mille è cresciuto esponenzialmente nel tempo, arrivando alla cifra abnorme di 1,1 miliardi di euro l’anno. La Conferenza episcopale italiana, che nel 1990incassava 210 milioni di euro, a partire dal 2002 riceve oltre il 1 miliardo. In pratica, il gettito dell’otto per mille si è quintuplicato, mentre nello stesso periodo le spese per il sostentamento del clero (la principale destinazione cui la legge vincola l’uso dei fondi) sono poco più che raddoppiate (dai 145 milioni di euro del 1990 ai 363 milioni del 2012). Peraltro, per i prossimi anni è prevedibile un ulteriore aumento del valore dell’otto per mille in virtù della crescita del gettito complessivo Irpef dovuto alla maggiore pressione fiscale e alla lotta all’evasione. Dal 1990 ad oggi la CEI, da sola, ha incassato 17 miliardi di euro (2 miliardi dei quali sono stati investiti per la costruzione di nuove chiese). Le attuali cifre sono talmente alte che la stessa CEI nell’ultimo anno ha accantonato come fondo di riserva ben 55 milioni di euro.

Gli obiettivi della campagna

Chiediamo al Governo di intervenire con urgenza, secondo la legge vigente, sull’aliquota che può e deve essere ridotta. È di tutta evidenza che la crescita dell’8xmille sia incompatibile con l’attuale situazione economica del Paese, oltre che con le norme. Per questo motivo chiediamo di avviare direttamente la procedura prevista dalla legge, formalizzando la richiesta alla CEI al fine di procedere di comune accordo a una immediata riduzione dell’aliquota, ad esempio passando dall’otto al quattro per mille. Si tratterebbe per lo Stato di un risparmio annuo di almeno 500 milioni di euro.

La campagna si pone in continuità con le iniziative radicali già intraprese rispetto all’abolizione del Concordato e sull’abolizione dei privilegi fiscali del Vaticano.

DONAZIONI

Donazione

RESTA INFORMATO

Compila il modulo per rimanere informato o per dare la tua disponibilità ad aiutarci.

PER SAPERNE DI PIÙ

POST COLLEGATI

Press | Comunicati vedi tutti
#LibertàTerapeutica
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#EuropeFirst

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

DIFFONDI LA CAMPAGNA