Prenota per il Congresso

Carceri, Perduca e Buzzegoli: primo suicidio di donna è inizio nuova fase. Grave responsabilità assenza azione Severino

Detenuta suicida

Dichiarazione del Senatore Radicale Marco Perduca e Maurizio Buzzegoli, segretario dell'Associazione Radicale Andrea Tamburi:

"Col primo suicidio femminile nel carcere di Sollicciano si apre una nuova fase dell'emergenza giustizia italiana. Se la Ministro Severino continuerà colla sua inazione di fronte a questo susseguirsi di morti nelle carceri italiane passerà alla storia per le sue gravi responsabilità di mancate riforme.

Sollicciano, ormai da tre anni registra bel oltre il doppio delle presenze regolamentari nel settore femminile, una situazione che adesso è esondata nella parte delle donne. La ministra quando lo visitò all'inizio dell'anno si commosse alla vista dei bimbi dietro le sbarre, ma le lacrime non portarono a nulla.

La detenuta che s'è tolta la vita ieri notte era anch'ella madre di figli piccoli e, molto probabilmente - visto che era nel reparto giudiziario - poteva avere la libertà ristretta altrove, poteva se l decreto Severino fosse stato più incisivo, mentre a 7 mesi dalla sua entrata in vigore non ha mutato la situazione carceraria di un'unità.

Anche in vista dell'estate, che porta sempre problemi a Sollicciano, auspichiamo che la ministra riveda la sua posizione sugli stralci proposti in commissione giustizia alla Camera e, finalmente, nomini sottosegretario solo ed esclusivamente pei problemi delle carceri. Niente è più necessario e urgente pel suo dicastero.

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.