Diritto al lavoro, De Lucia: sulle parole del ministro Fornero polemiche strumentali e grottesche. Vanno difesi i lavoratori, non i posti di lavoro in astratto

Elsa Fornero ministro

Dichiarazione di Michele De Lucia, tesoriere di Radicali italiani

Le polemiche sollevate dalle dichiarazioni del ministro Fornero sul diritto al lavoro sono assolutamente strumentali, e in alcuni casi persino grottesche.

Il diritto al lavoro si difende esattamente come ha ricordato il ministro, e come noi Radicali diciamo da sempre: difendendo i lavoratori concretamente, e non i “posti di lavoro” in astratto. Non basta che la Costituzione preveda il diritto al lavoro. Quel diritto va reso effettivo, con dei posti di lavoro veri e non finti.

La difesa “astratta” del posto è quella che hanno praticato grande industria, partiti e sindacati, ad esempio parcheggiando i lavoratori in cassa integrazione, lasciandoli per anni in attesa di riavere un posto che non sarebbe mai arrivato, per poi prepensionare tutti quanti. È il welfare partitocratico. Qualcuno ricorda la Gepi e l’Insar, per esempio?

Il welfare democratico, invece, è quello che, mentre ti aiuta a sopravvivere durante il periodo di disoccupazione, ti aiuta anche a trovare un altro lavoro, magari in un settore diverso dal precedente. Il tuo “posto” precedente è morto, bisogna trovare uno nuovo, vivo. In Gran Bretagna lo fecero per i dipendenti della Rover. Da noi, che abbiamo la Fiat, non si è fatto mai.

Al senatore leghista Vaccari, che si è chiesto se il ministro abbia “giurato sulla Costituzione o su Topolino”, verrebbe da chiedere informazioni su cosa abbiano giurato, quando erano ministri, Bossi, Maroni e gli altri suoi compagni di partito. In tanti vorremmo toglierci questo dubbio davvero atroce.

Roma, 27 giugno 2012

Allegato. Le dichiarazioni del ministro Fornero (da corriere.it)

Il ministro ha cercato poi di precisare il senso delle sue parole (così nell'originale: «We're trying to protect individuals not their jobs. People's attitudes have to change. Work isn't a right; it has to be earned, including through sacrifice»): «Il diritto al lavoro non è mai stato messo in discussione come non potrebbe essere mai visto quanto affermato dalla nostra Costituzione. Ho fatto riferimento alla tutela del lavoratore nel mercato e non a quella del singolo posto di lavoro, come sempre sottolineato in ogni circostanza».
 

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.