Teatro Romano di Teramo. Soddisfazione di Marco Pannella e Teramo Nostra per cronoprogramma recupero del teatro

Pannella incontro Teramo Teatro

Nel corso di un incontro presso il Ministero dei Beni Culturali a Roma è stato raggiunto un accordo sul crono programma per il recupero funzionale del Teatro romano di Teramo.

All’incontro erano presenti il Sottosegretario Roberto Cecchi, il Soprintendente Fabrizio Magani, il Sindaco Maurizio Brucchi, l’assessore Giacomo Agostinelli, Piero Chiarini e Cosima Pagano per l’associazione Teramo Nostra e gli esponenti Radicali Marco Pannella ed Elisabetta Zamparutti. Il crono programma prevede la definitiva acquisizione, per l’abbattimento, di Palazzo Salvoni al Comune di Teramo e il conferimento da parte della Regione al Comune di Palazzo Adamoli entro novembre 2012.

Successivamente, tra dicembre 2012 e gennaio 2013, verrà pubblicato il bando per la progettazione definitiva con esecuzione e completamento dei lavori entro il 2015. Quanto ai reperti il Sottosegretario ha assicurato che verranno studiati in loco in vista di un recupero dei fornici.

Marco Pannella ha in proposito dichiarato: “Le istituzioni presenti all’incontro hanno ereditato il peso di decenni di illegalità che, come profonde ferite, hanno bisogno di tempo per essere rimarginate. L’accordo raggiunto oggi costituisce un impegno importante a cui ci sentiamo di dover fare fiducia e rispetto ai cui contenuti continueremo a tutelare. Quanto al passato sarà la magistratura penale e contabile a fare chiarezza.” Teramo Nostra fa proprie le dichiarazioni del concittadino.  

La foto dell'incontro.

Foto incontro Pannella Teatro Teramo

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.