Verona, Turco: censurati dalla Giunta comunale due manifesti per pubblicizzare la terza giornata contro la pedofilia clericale

Maurizio Turco

Dichiarazione di Maurizio Turco, deputato radicale:

“Ieri abbiamo appreso del divieto di affissione per due manifesti che avevamo predisposto per pubblicizzare la terza giornata della memoria delle vittime dei reati di pedofilia commessi da religiosi che si tiene domani, sabato 30 a Verona e che si concluderà alle ore 16,00 con un corteo che muoverà dallo stradone Provolo a Piazza Brà.

Si è riunita addirittura la Giunta comunale per “ESAMINARE” le immagini presenti sui due manifesti ed esprimere “parere non favorevole all’affissione”.

In una delle due immagini la Giunta comunale ravvisa addirittura “la condotta di cui all’art. 403 cp in vigore “offese ad una confessione religiosa mediante vilipendio di persone”” in quanto “l’immagine del prelato ha sembianza facilmente riconducibili a quelle del Papa”.

L’altra è l’immagine di un bambino crocifisso che è invece ritenuta “particolarmente inopportuna in quanto può essere fonte di turbamento sui minori”.

L’On. Maurizio Turco terrà una conferenza stampa a Verona domani sabato 30 giugno alle ore 11,30 davanti alla Gran Guardia nella quale renderà note le iniziative che saranno prese nei confronti del Comune di Verona.

Alle ore 16,00 parteciperà alla marcia dallo stradone Provolo a Piazza Brà indetta da diversi ex allievi per sordomuti vittime di violenze sessuali clericali."



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.