Cipro nord: Senatori Amato e Perduca in occasione delle festività del 20 inviano auguri per sbloccare isolamento e ricerca di soluzione definitiva

Divisione Cipro

In occasione della ricorrenza del 20 luglio, giorno in cui la Repubblica Turca di Cipro Nord festeggia il salvataggio turco del 1974 contro le violenze del colpo di stato fascista nella parte greca dell'isola, i Senatori Paolo Amato (PDL) e Marco Perduca (Radicali) hanno inviato una lettera alle autorità della RTCN. Amato e Perduca, assieme al Deputato Radicale Maurizio Turco, sono cittadini da tempo della Repubblica Turca di Cipro Nord e hanno colto l'occasione della ricorrenza per augurare alla comunità turco-cipriota che nelle prossime settimane si possa giungere, se non altro, alla fine dell'isolamento che l'Europa mantiene nei confronti della parte nord dell'isola contro le promesse fatte da Bruxelles nel 2004.

Il 20 giugno scorso, Amato e Perduca, assieme a Emma Bonino e altri senatori avevano partecipato a Palazzo Madama a un dibattito organizzato dal Partito Radicale e dalla rivista Diritto e Libertà che alla vigilia della presidenza cipriota dell'UE poneva nuovamente il problema della mancanza di status internazionalmente riconosciuto per la RTCN nonché la violazione dei diritti di oltre 200mila turco-ciprioti che vivono sull'isola, da otto anni territorio dell'Unione, ma che per i poteri di veto di Nicosia continuano a restare fuori da qualsiasi aiuto internazionale a partire da quelli che l'UE stessa ha stanziato negli anni. I due senatori si sono anche impegnati a invitare il Ministro degli esteri della RTCN a Roma per incontri.

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.