Salvare Timbuktu per salvare la pace: Il vicepresidente della Cei Monsignor Agostino Superbo aderisce all’appello

TombouctouGautierBicheron2.jpg

Fonte: Radio Laser

Di Maurizio Bolognetti

In queste ore il segretario del Partito Radicale l’avvocato del Mali Dembà Traoré e Marco Pannella sono impegnati a rilanciare l’appello della fondazione Chirac su Timbuktu. Una volta di più Monsignor Agostino Superbo non ha voluto far mancare il suo sostegno e la sua autorevole voce, apponendo la sua firma in calce a questo importante documento. Nel farlo ha voluto ricordare i reiterati appelli di Giovanni Paolo II proprio sul Sahel. Con gioia ho raccolto l’adesione di Monsignor Agostino Superbo e mi sono venute in mente le importanti parole pronunciate dai vescovi lucani e dallo stesso Superbo in occasione della “II marcia per l’Amnistia, la Giustizia e la Libertà”, quando in un bella lettera ebbero a scrivere: “Nella sua quotidiana missione di testimonianza del Vangelo la Chiesa sente che l’impegno per l’amnistia, la giustizia, la libertà rappresenta un fatto che va nella direzione di una possibile e necessaria riconciliazione”. Grazie davvero a Monsignor Superbo. Questo nostro mondo e questo nostro tempo hanno davvero bisogno di riconciliarsi per affermare il diritto alla vita e la vita del diritto. Da qui dobbiamo e possiamo partire per ricalcare il percorso intrapreso trent’anni fa dal Partito Radicale in occasione della battaglia contro lo sterminio per fame nel mondo. Allora, gioverà ricordarlo, il mondo cattolico diede un forte sostegno alla campagna, tanto che nel 1986 Giovanni Paolo II ricevette Marco Pannella ed Emma Bonino a nome del Consiglio direttivo di “Food and Disarmament”.

Approfondimenti 

Appello per Mali, Radicali: anche Monsignor Superbo ha aderito (Basilicatanet, 29 agosto)

I Radicali contro lo sterminio per fame nel mondo

Appello "Salvare Timbuktu per salvare la pace

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.