Prenota per il Congresso

La fine del mondo in 80 giorni, la card carburante, l’inquinamento del Pertusillo e le mirabolanti imprese di Guido, Vincenzo e Cosimo

Pertusillo

da La Siritide, 7 settembre 2012 

da Radio Laser, 8 settembre 2012 

Di Maurizio Bolognetti 

I Maja lo avevano predetto: nel 2012 verrà la fine del mondo. Ma sì, venga la fine del mondo in 80 giorni. Ah no, quello era il giro del mondo con il mitico Phileas Fogg. Comunque sia in attesa che sblocchino il bonus carburante meglio affrettarsi e costruire una bella arca. Magari non si arenerà sul monte Ararat, ma di certo con un po’ di fortuna potrebbe fermarsi di fronte alla residenza di Guido Viceconte. Sto leggendo le dichiarazioni di Viceconte, Latronico e Taddei e ho deciso: disdico l’abbonamento a Sky e da questo momento non vedrò più Zelig.

Lo stop a ulteriori permessi di prospezione, ricerca e coltivazione idrocarburi, cari senatori, serve a far capire a chi non ha orecchie per intendere che la Basilicata ha già dato e che non può dare oltre. Se il memorandum va declinato come ha spiegato ieri il Presidente De Filippo, cioè come un accordo che consentirà alla regione di ricevere una maggiore fetta delle risorse minerarie in relazione a quanto già autorizzato, il memorandum sta bene anche a me. Ma se qualcuno, come temo, ha pensato e pensa di poter usare quella carota per varare una sorta di programma oil for food, teso ad ottenere sempre maggiori concessioni, beh allora il memorandum non va affatto bene.

Suggerirei ai senatori del Pdl di farsi un giretto sul sito dell’Unmig per rendersi conto di quale rischio stiamo correndo. Bene farebbero Viceconte, Latronico e Taddei a sostenere la posizione espressa dal Presidente della Regione e dai loro stessi consiglieri, anziché menar vanto di quell’autentico insulto rappresentato da una card che ad oggi ha consentito al massimo un pieno di carburante.

Forse il Pdl di Basilicata ha tutelato l’ambiente e la salute delle persone. Ma se così fosse, probabilmente sull’Arca potranno salire anche i rostocchi e i minolli. I nostri eroi, tanto attenti all’ambiente, non hanno proferito verbo quando il sottoscritto a gennaio 2010 denunciò l’inquinamento del Pertusillo, segnalando la presenza di Bario, che notoriamente è uno dei composti chimici presenti nei fanghi di perforazione. Vabbuò, forse anche in quella occasione Guido, Vincenzo e Cosimo erano impegnati a pasteggiare a champagne e caviale e a pianificare la conquista del mondo.

Mi permetto di suggerire a lor signori di impegnare una parte del loro prezioso tempo per seguire l’udienza che si terrà a Potenza il primo ottobre. Mi dicono che verrò processato per violazione del segreto di pulcinella, pardon del segreto d’ufficio. Strano, ero convinto di aver semplicemente onorato la legge e la Convenzione di Aarhus.

Di certo la decisione del Presidente De Filippo e del Consiglio ha contribuito anche a far cadere qualche velo. Adesso speriamo che vengano meno anche le veline.

Con simpatia chiedo ai miei interlocutori di perdonare il tono volutamente e affettuosamente canzonatorio.

“Verrà la fine del mondo in 80 giorni…40 papà, 40…quello era il giro del mondo in ottanta giorni”.

Approfondimenti

Petrolio, Bolognetti: Basilicata ha già dato (Basilicatanet, 7 settembre 2012)

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.