Prenota per il Congresso

Amnistia, Bernardini: finora il Parlamento non ha dato risposte a detenuti. I radicali avviano le diffide

Amnistia, cartelli radicali alla Camera

"Il Presidente della Repubblica è garante della Costituzione. E quando la Costituzione viene sistematicamente violata, noi dobbiamo chiederci chi è il responsabile di questa mancata garanzia. Il Presidente non è arbitro. E noi studieremo anche questo aspetto. Noi vogliamo fare tutto quello che la legge ci mette a disposizione per fare in modo che la legge sia rispettata".

Lo ha detto la deputata radicale Rita Bernardini, intervistata da Radio Radicale sulle niziative che i Radicali stanno mettendo in piedi per agosto. "I detenuti sono troppi, evidentemente, rispetto ai magistrati di sorveglianza, per le condizioni oggettive di lavoro, per mille motivi. Ma è un dato di fatto che i magistrati responsabili del tribunali di sorveglianza non vanno a visitare le celle, non hanno colloqui frequenti con i detenuti, che hanno il diritto di presentare istanze. E dunque noi li chiameremo in causa. I magistrati di sorveglianza possono ordinare all'Amministrazione penitenziaria di rimuovere i trattamenti inumani e degradanti in corso. Eppure non lo fanno, perché le carceri non le conoscono. Noi li inviteremo a farlo", ha detto la deputata radicale.
"Il mese di luglio è stato quello più luttuoso, dal 2000 ad oggi, per quanto riguarda le carceri. Le condizioni delle carceri sono quelle che sappiamo. Anziché disporre la detenzione domiciliare, per imputati che nella metà dei casi poi si rivelano innocenti, i Gip dispongono la custodia cautelare in carcere. Oggi la custodia in carcere è illegale. Noi li diffdiamo".
Quanto al Parlamento, "La politica, diciamo, non è stata capace di dare una risposta, in tutti questi mesi. Nemmeno un preannuncio di risposta. Noi diciamo che c'è un reato in corso, reiterato, ed è lo Stato a commettere questo reato. Si violano non solo le leggi ma la Costituzione, la Carta europea dei diritti dell'uomo. E' una questione che riguarda certo le carceri, ma che riguarda la giustizia, che sono l'appendice, che sono lì a dirci in quali condizioni è la giustizia", ha concluso la deputata Radicale.

© 2012 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati



SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni le nostre iniziative con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Nota sui commenti: i commenti lasciati dagli utenti del sito non vengono ne' censurati ne' verificati in base al contenuto. I commenti con link non vengono pubblicati. Per i commenti si utilizza la piattaforma Diqsus che memorizza sui suoi server tutti i dati degli utenti, compreso l'indirizzo IP in caso di eventuali segnalazioni per abusi o violazioni di legge. Tutti possono lasciare commenti, quindi non c'e' alcuna verifica sull'appartenenza degli utenti al partito o al movimento Radicale.