Assago dona al Dalai Lama le sue chiavi

Dalla Rassegna stampa

Tenzin Gyatso, la quattordicesima reincarnazione del Dalai Lama è, da ieri, cittadino onorario di Assago. A conferirgli l'onoreficenza è stato il sindaco, Graziano Musella, che davanti a circa diecimila persone raccolta al Forum di Assago ha consegnato al leader spirituale tibetano le chiavi della città. Giuliano Pisapia e il Comune di Milano avevano preferito, nei giorni scorsi, rimandare il conferimento dell'onoreficenza per evitare contrasti con la Cina, in vista di Expo 2015. Milano ha infatti ripiegato su un più modesto "Sigillo della città", una sorta di medaglia d'argento consegnata anche a cantanti e sportivi passati dalla città.

Aver donato le chiavi di Assago al Dalai Lama è «una testimonianza solenne di apprezzamento per il valore e la coerenza della sua azione in difesa della pace e della civile convivenza fra i popoli, contro ogni forma di violenza, di discriminazione ed oppressione», ha affermato il sindaco Graziano Musella che si è detto anche tranquillo riguardo possibili ripercussioni da parte di Pechino e del popolo cinese. «Assago è una città libera, è con immenso piacere ed onore consegnare la cittadinanza onoraria e le chiavi della città al XIV Dalai Lama».

© 2012 Libero Quotidiano - ed. Milano. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni i Radicali Italiani con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Ti potrebbe interessare anche:

Dichiarazione di Roberto Biscardini e Marco Cappato a nome della Lista Civica Costituente per la Partecipazione - la Città dei Comuni"Dopo la maratona sugli emendamenti non abbiamo partecipato alla votazione finale sullo Statuto per manifestare il nostro dissenso sia rispetto a una legge che...
Dichiarazione di Roberto Biscardini e Marco Cappato a nome della Lista civica Costituente per la Partecipazione - la città dei Comuni:Abbiamo appena depositato 97 emendamenti alla bozza di Statuto della Città metropolitana. Li abbiamo inviati ai 2mila consiglieri comunali dei quali abbiamo gli...
Dichiarazione di Marco Cappato, presidente del Gruppo radicale - Federalista europeo al Consiglio comunale di Milano:"Per la prima volta in Italia, le multe per le affissioni elettorali abusive in una grande città sono state pagata da alcuni dei destinatari dei verbali. A tre anni e mezzo dai fatti...