Karadzic assolto dall'accusa di genocidio

Dalla Rassegna stampa

Radovan Karadzic, l'ex leader politico dei serbi di Bosnia sotto processo al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), è stato assolto da una delle accuse di genocidio che pendono sul suo capo, ma restano in piedi le altre dieci accuse per le quali viene giudicato, a cominciare dal genocidio di Srebrenica del luglio 1995. I giudici dell'Aja hanno stabilito che non vi sono prove sufficienti a dimostrare che una serie di uccisioni compiute nel 1992 dalle forze serbo-bosniache in alcune municipalità bosniache furono messe in atto con l'intento di compiere un genocidio. Per Karadzíc,la difesa aveva chiesto l'11 giugno scorso l'assoluzione completa.

© 2012 Il Tempo. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni i Radicali Italiani con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Ti potrebbe interessare anche:

Dichiarazione di Rita Bernardini, segretaria di Radicali Italiani:"C’è da chiedersi se la 'peste italiana' dell’inganno, della menzogna e del tradimento dello Stato di diritto si stia diffondendo e definitivamente insediando in Europa persino presso quelle istituzioni che dovrebbero garantire i...
Venti anni fa, nel novembre del 1994 nasceva Non c'è Pace Senza Giustizia, un comitato di parlamentari, sindaci e cittadini, costituito su iniziativa del Partito Radicale con il mandato di lanciare una campagna internazionale per la creazione di una corte penale permanente dopo l'esperienza dei...
Ha raggiunto anche i media thailandesi la notizia della protesta radicale nonviolenta con gli attivisti thai di Marco Cappato, presidente del Gruppo Radicale - federalista europeo. I manifestanti hanno protestato contro il generale thailandese Prayuth Chan-Ocha, giunto in Italia per partecipare al...