Karadzic assolto dall'accusa di genocidio

Dalla Rassegna stampa

Radovan Karadzic, l'ex leader politico dei serbi di Bosnia sotto processo al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), è stato assolto da una delle accuse di genocidio che pendono sul suo capo, ma restano in piedi le altre dieci accuse per le quali viene giudicato, a cominciare dal genocidio di Srebrenica del luglio 1995. I giudici dell'Aja hanno stabilito che non vi sono prove sufficienti a dimostrare che una serie di uccisioni compiute nel 1992 dalle forze serbo-bosniache in alcune municipalità bosniache furono messe in atto con l'intento di compiere un genocidio. Per Karadzíc,la difesa aveva chiesto l'11 giugno scorso l'assoluzione completa.

© 2012 Il Tempo. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Ti potrebbe interessare anche:

Igor Boni (coordinatore associazione radicale Adelaide Aglietta e membro di giunta di Radicali Italiani) e Giulio Manfredi (Radicali Italiani):   "Noi radicali siamo garantisti con tutti, persino con Putin. Un’inchiesta giudiziaria, fatta in Italia o in Inghilterra o dovunque, deve terminare...
Dichiarazione di Manuela Zambrano e Valerio Federico, rispettivamente membro del Comitato nazionale e tesoriere di Radicali Italiani:   "L’attività venatoria, praticata ormai da pochi, continua a creare problemi a molti: inquinamento dei terreni a causa delle munizioni di piombo, gravi...
Radicali italiani ha voluto creare e pubblicare questa mappa OpenData (leggi in fondo la leggenda) delle eco-infrazioni europee perché, nonostante siano moltissimi i territori italiani sui quali ancora pendono delle sentenze di condanna da parte della Corte di Giustizia dell’...