Karadzic assolto dall'accusa di genocidio

Dalla Rassegna stampa

Radovan Karadzic, l'ex leader politico dei serbi di Bosnia sotto processo al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), è stato assolto da una delle accuse di genocidio che pendono sul suo capo, ma restano in piedi le altre dieci accuse per le quali viene giudicato, a cominciare dal genocidio di Srebrenica del luglio 1995. I giudici dell'Aja hanno stabilito che non vi sono prove sufficienti a dimostrare che una serie di uccisioni compiute nel 1992 dalle forze serbo-bosniache in alcune municipalità bosniache furono messe in atto con l'intento di compiere un genocidio. Per Karadzíc,la difesa aveva chiesto l'11 giugno scorso l'assoluzione completa.

© 2012 Il Tempo. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Ti potrebbe interessare anche:

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, e del tesoriere Valerio Federico:   "Il pacchetto infrazioni di aprile 2016 reso noto oggi dalla Commissione europea contiene notizie importanti per l’Italia. Infatti per il nostro Paese sono 80 le procedure pendenti,...
"Col ripristino dei controlli alle frontiere in Ungheria e presto in Italia, l'Austria dà il colpo di grazia al progressivo disfacimento dei trattati e delle norme che regolano l'Unione europea, fino alla violazione aperta", a dichiararlo in una nota Riccardo Magi, segretario di Radicali...
Dichiarazione di Marco Perduca, rappresentante all'Onu del Partito Radicale e coordinatore della campagna Legalizziamo.it promossa da Radicali Italiani e Associazione Luca Coscioni:   "Nel suo intervento nella giornata di giovedì davanti alla plenaria della sessione speciale dell'Assemblea...