UN CONTRIBUTO DI LIBERTÀ

Karadzic assolto dall'accusa di genocidio

Dalla Rassegna stampa

Radovan Karadzic, l'ex leader politico dei serbi di Bosnia sotto processo al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), è stato assolto da una delle accuse di genocidio che pendono sul suo capo, ma restano in piedi le altre dieci accuse per le quali viene giudicato, a cominciare dal genocidio di Srebrenica del luglio 1995. I giudici dell'Aja hanno stabilito che non vi sono prove sufficienti a dimostrare che una serie di uccisioni compiute nel 1992 dalle forze serbo-bosniache in alcune municipalità bosniache furono messe in atto con l'intento di compiere un genocidio. Per Karadzíc,la difesa aveva chiesto l'11 giugno scorso l'assoluzione completa.

© 2012 Il Tempo. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni i Radicali Italiani con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Ti potrebbe interessare anche:

L’8 aprile prossimo si “celebra” in tutto il mondo la Giornata internazionale delle popolazioni Rom, istituita dall’ONU nel 1979. Quando si parla di Shoah difficilmente si ricorda che anche i Rom e i Sinti furono sterminati sotto il nazismo e che quel genocidio riguardò ben 500mila persone. I Rom...
Dichiarazione di Giulio Manfredi, segretario Associazione radicale Adelaide Aglietta, autore del libro “Telekom Serbia – Presidente Ciampi, nulla da dichiarare?” (edizioni Stampa Alternativa, 2003): "Le esternazioni di Amedeo Matacena sui tre esponenti di centro-sinistra che avrebbero percepito...
Dopo la notizia della scarcerazione anticipata e il risarcimento concessi ad un detenuto del carcere fiorentino di Sollicciano, sono intervenuti Maurizio Buzzegoli e Massimo Lensi, rispettivamente segretario e presidente dell'Associazione radicale fiorentina "Andrea Tamburi": "L'ordinanza della...