Karadzic assolto dall'accusa di genocidio

Dalla Rassegna stampa

Radovan Karadzic, l'ex leader politico dei serbi di Bosnia sotto processo al Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), è stato assolto da una delle accuse di genocidio che pendono sul suo capo, ma restano in piedi le altre dieci accuse per le quali viene giudicato, a cominciare dal genocidio di Srebrenica del luglio 1995. I giudici dell'Aja hanno stabilito che non vi sono prove sufficienti a dimostrare che una serie di uccisioni compiute nel 1992 dalle forze serbo-bosniache in alcune municipalità bosniache furono messe in atto con l'intento di compiere un genocidio. Per Karadzíc,la difesa aveva chiesto l'11 giugno scorso l'assoluzione completa.

© 2012 Il Tempo. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Ti potrebbe interessare anche:

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani   “Può essere molto pericoloso confondere le ragioni della Brexit con le sue conseguenze, come fa chi in queste ore spiega l'esito del referendum britannico con la paura dell'"invasione straniera", del terrorismo, dell'avanzata...
Dichiarazione di Marco Cappato, Presidente di Radicali italiani Inutile prendersela con i britannici. Ora serve l'Europa dei diritti, cioè capace di sanzionare gli Stati che violano le libertà individuali. E l'Europa della democrazia federale, dove le leggi le fanno i Parlamenti e non i Governi, e...
"Agli attacchi sanguinari che hanno colpito il cuore della comunità lgbti di Orlando e del mondo, come Radicali non possiamo che reagire ribadendo il nostro impegno per la libertà e i diritti di tutti gli individui, contro ogni fondamentalismo", l'ha dichiarato il segretario di Radicali Italiani...