Referendum contro piano regionale 'Obbligo differenziata nei Comuni'

Dalla Rassegna stampa

«Voi ci avvelenate, noi vi abroghiamo», è questo lo slogan con cui è partita la lotta del Forum Rifiuti zero Lazio. Una battaglia che parte da comuni e comitati, e chiede l'abrogazione della seconda parte del piano rifiuti approvato in Regione. Non convince infatti lo scenario di controllo, seconda parte del progetto, che concederebbe deroghe comunali nel caso in cui non si raggiunga il 65% di raccolta differenziata come previsto dal piano nazionale rifiuti. Obiettivo del gruppo è far approvare la delibera in dieci comuni (che rappresentino complessivamente 50.000 cittadini) con una maggioranza dei due terzi dei consiglieri, scavalcando con questa modalità la raccolta firme. Hanno già aderito al progetto i comuni di Cerveteri e Riano. Tra i sostenitori dell'iniziativa anche alcuni partiti come Verdi, Radicali, Federazione della Sinistra e Idv.

© 2012 La repubblica - Cronaca di Roma. Tutti i diritti riservati

SEGUICI
SU
FACEBOOK

Sostieni i Radicali Italiani con almeno 1 € - Inserisci l'importo » €

Ti potrebbe interessare anche:

Si può abbinarli al probabile referendum confermativo delle riforme costituzionali Nella seduta pomeridiana di lunedì 16 febbraio il Consiglio comunale di Torino è chiamato a esprimersi sui due referendum comunali "superstiti" del progetto referendario "TORINOSI'MUOVE", quello sul road pricing...
Lunedì pomeriggio si vota. Sit-in sotto il municipio Aprendo la conferenza stampa del Comitato promotore dei due referendum comunali consultivi sul road pricing e contro il consumo di suolo, Giulio Manfredi, segretario Associazione radicale Adelaide Aglietta, ha ricordato come il progetto...
Dichiarazione di Valerio Federico e Alessio Di Carlo, rispettivamente tesoriere e membro del Comitato Nazionale di Radicali Italiani: "La maggioranza, in commissione a Palazzo Madama, cancella con un colpo di spugna un intervento innovativo e utile, l'emendamento del deputato leghista Pini relativo...