UN CONTRIBUTO DI LIBERTÀ

Notizie dalle associazioni

OBAMA E LA WAR ON DRUGS ovvero UN OBAMA NON FA PRIMAVERA

I giornali di oggi, 9 aprile 2015, riportano la visita notturna di Barack Hussein Obama al museo di Bob Marley, la leggenda del reggae, colui che ha consentito alla musica giamaicana e al movimento rastafari di raggiungere una audience planetaria. Forse non tutti sanno che il rastafarianesimo è una religione millenarista e african friendly, fornita di testi sacri, precetti, profezie, come ogni religione che si rispetti; fra le altre cose i Rasta sostengono che l'erba (ganja) sia nata dalla...

Divorzio e unioni civili, tra Camera e Senato

Martedì 31 marzo è andata in onda in diretta la puntata a cura della Lega Italiana per il Divorzio Breve su Radio Radicale. Argomento, oltre al Divorzio Breve, il testo base sulle Unioni Civili. Ospiti in collegamento telefonico la senatrice Michela Montevecchi del M5s e l’onorevole Franco Vazio del PD LEGGI TUTTO  leggi tutto

Divorzio breve, è quasi fatta

Il Senato, dopo un lungo e faticoso iter, finalmente il 18 marzo ha approvato a larga maggioranza il Divorzio Breve. Ora, in seconda lettura, dovrà tornare alla Camera, ma solo per alcune modifiche “tecniche” apportate da Palazzo Madama al testo già approvato in prima battuta a Palazzo Montecitorio. LEGGI TUTTO leggi tutto

Calendarizzato il Divorzio breve in Senato

Finalmente calendarizzata in Senato la discussione sul divorzio breve tra il 10 ed il 13 marzo, un altro ostacolo superato dopo tre mesi di rinvii e una piccola battaglia parlamentare all’interno della capigruppo. Anche Matteo Salvini si dice favorevole LEGGI TUTTO leggi tutto

Dall’audizione su “Internet Bill of Rights”

Oggi si è tenuta alla Camera dei Deputati l’audizione sulla bozza della “Carta dei diritti e dei doveri di Internet”, nota come Internet Bill of Rights, alla quale hanno partecipato in rappresentanza di Agorà Digitale il consigliere Marco Perduca e l’avvocato Marco Scialdone. In audizione a Montecitorio dinanzi alla Commissione per i diritti e i doveri relativi ad Internet presieduta da Laura Boldrini, le proposte di Agorà Digitale riassunte nell’intervento di...

I gay non possono guidare e il divorzio breve è fantascienza

E’ quanto andato in onda martedì 3 febbraio su Radio Radicale durante il consueto appuntamento a cure della Lega Italiana per il Divorzio Breve. Il primo collegamento è stato con l’avvocato catanese Giuseppe Lipera, già ospite della nostra trasmissione in passato e sempre in prima linea quando si tratta di difendere i diritti della persona. Questa volta la vicenda grottesca riguarda un episodio di omofobia misto ad ignoranza. Il secondo collegamento è stato col sen. Enrico Buemi dedicato al...

Divorzio breve, la politica può attendere?

Trasmissione molto interessante quella andata in onda martedì 20 gennaio su Radio Radicale a cura della Lega Italiana per il Divorzio Breve. In studio Diego Sabatinelli ed Alessandro Gerardi hanno incalzato gli ospiti sui tempi di approvazione del divorzio breve. In collegamento telefonico la senatrice Maria Mussini del Gruppo Misto e membro della Commissione Giustizia e l’onorevole David Ermini, responsabile giustizia del Partito Democratico LEGGI TUTTO  leggi tutto

Iniziativa legislativa popolare dei cittadini europei

Iniziativa dei cittadini europeiQuesta breve relazione ha lo scopo di informare sulle iniziative popolari europee e sulla eventuale possibilità di promuoverne una in tema di politiche sulle droghe.Il trattato di Lisbona, entrato ufficialmente in vigore il 1º dicembre 2009, introduce una nuova forma di partecipazione popolare alle decisioni politiche dell'Unione europea, l'iniziativa dei cittadini. Come richiesto dal trattato, su proposta della Commissione europea, il Parlamento europeo e...

Il divorzio breve può attendere

Come prevedibile la legge elettorale e l’elezione del Presidente della Repubblica hanno ingolfato i lavori di Palazzo Madama facendo scivolare in fondo alle priorità di questa maggioranza e di questo Governo temi come quello del divorzio breve, tanto da costringere il senatore Alberto Airola a dichiarare in Aula: “ritengo che non si possa continuare a fare dei calendari che rispettano la volontà di una forza politica, quella di maggioranza, accontentando i desideri di un Presidente del...

L'anno che si

L'anno che si chiude si aprì sulle belle speranze della legalizzazione in Urugay, della caduta della Fini Giovanardi, della felice progressione dei risultati referendari negli Stati Uniti, confermata anche questo novembre in Alaska, Oregon e Washington D.C.Ma la spinta, se non antiproibizionista, almeno legalizzatrice e di revisione delle leggi sulle droghe, per quanto ascendente, non riesce ad arginare la corsa di uno dei business ciminali maggiori del mondo. Non bastando dunque i bassifondi...