Notizie dalle associazioni

CASO LONZI. NUOVA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE. AVV. GERARDI NUOVO LEGALE DELLA SIGNORA CIUFFI

News su caso Lonzi:La Procura di Livorno ha comunicato a Maria Ciuffi la richiesta di una nuova archiviazione sulla morte di suo figlio Marcello. L'opposizione sarà condotta dal nuovo legale di parte della signora Ciuffi, Alessandro Gerardi legale dell'Associazione Il Detenuto Ignoto.Leggi l'intervista a Irene Testa su caso Lonzi

Divorzio breve e diritto di famiglia con Maglietta e Filippin

E’ andato in onda martedì 9 dicembre il consueto appuntamento su Radio Radicale con il divorzio breve. Ospiti telefonici il professor Marino Maglietta e la senatrice Rosanna Filippin. Dopo il voto in commissione giustizia del Senato, i senatori NCD hanno deciso di disertare i lavori della commissione per una sorta di Aventino in attesa di chiarimenti con la maggioranza. Nel frattempo si aspetta la calendarizzazione in Aula LEGGI TUTTO leggi tutto

Giustizia: drogati e sedati... ecco come tengono buoni i detenuti

 di Damiano Aliprandi Il Garantista, 5 dicembre 2014 Rita Bernardini: "in carcere si risparmia su tutto, fuorché sul valium". Suicidi sospetti e tossicodipendenti che non dovrebbero stare in prigione.Valium, antipsicotici, antidepressivi, benzodiazepine, ipnotici e oppiacei, questi sono gli psicofarmaci somministrati ai detenuti per contenerli e sedarli. L'istituzione carceraria si serve così della psichiatria per stemperare il conflitto, e garantirsi una maggiore sopportazione, da parte...

Divorzio diretto, il senatore Dalla Zuanna prepara la lista dei contrari

Alla vigilia del voto in commissione il sen. Dalla Zuanna ha promosso tra i senatori del PD un appello che chiede un dibattito interno al Partito sulla necessità di introdurre il divorzio diretto. La richiesta verte sull’opportunità di inserire il divorzio diretto nel testo approvato dalla Camera che già prevede la riduzione dei tempi della separazione a sei mesi per le consensuali ed un anno per le giudiziali. LEGGI TUTTO leggi tutto

Divorzio breve, una battaglia italiana per la fine del Governo?

La storia del divorzio breve in questa legislatura è l’esempio più chiaro, plastico qualcuno direbbe, di come procede la politica italiana, di come quasi nulla sia cambiato in tanti anni, di quanta distanza c’è tra la nostra e le migliori classi politiche europee. In questo articolo spiegheremo come il divorzio breve ci accompagna per mano dal momento in cui l’astro nascente Renzi si è seduto a Palazzo Chigi fino a quando si tornerà a votare, e forse non manca molto. Ma cominciamo dall’inizio...

Divorzio breve: successo in commissione, ora in Aula!

Finalmente! Grande successo politico di tutti i favorevoli al divorzio breve, e lasciatemelo scrivere: della Lega Italiana per il Divorzio Breve che lavora dal 2007 a questo risultato. E' stato approvato in commissione giustizia del Senato il testo per rendere più europeo il divorzio in Italia, migliorato rispetto a quanto licenziato dalla Camera a fine maggio. LEGGI TUTTO leggi tutto

Caso Lonzi. Le Radicali Irene Testa e Rita Bernardini a Livorno con Maria Ciuffi

Mercoledì 26 novembre 2014 dalle 11 alle 14 le Radicali Irene Testa e Rita Bernardini manifesteranno davanti alla Procura di Livorno insieme a Maria Ciuffi madre di Marcello Lonzi. A Breve su questo sito saranno pubblicati i documenti relativi alle nuove indagini in corso.

Lettera della mamma di Marcello Lonzi: “Cari Boldrini e Grasso, lo Stato ha ucciso mio figlio”

lettera di maria Ciuffi pubblicata su il Garantista.it: http://ilgarantista.it/2014/11/15/lettera-della-mamma-di-marcello-lonzi-cari-boldrini-e-grasso-lo-stato-ha-ucciso-mio-figlio/Marcello, a soli 29 anni fu arrestato nel 2003 per tentato furto, mancavano pochi mesi perché tornasse a casa. Lo Stato che lo custodiva avrebbe dovuto restituirmelo vivo e non morto. Aveva 8 costole rotte, un buco in testa, due denti rotti e un polso fratturato immerso in una pozzanghera di sangue. Vorrei che i...

Spoleto (Pg): il Garante denuncia "la direzione dà meno cibo e punisce chi sciopera"

www.umbria24.it, 14 novembre 2014Il prof Fiorio firma una relazione inquietante sulle condizioni di vita nel carcere di Maiano. "Meno cibo e procedimenti disciplinari per i detenuti che scioperano, ma anche utilizzo sproporzionato dell'isolamento e telefonate dimezzate".È dettagliata quanto allarmante la relazione firmata dal Garante regionale dei detenuti, il professor Carlo Fiorio, sulle condizioni di vita all'interno della casa di reclusione di (Maiano) in cui vigerebbe "una gestione...

Bollate (Mi): detenuto di 53 anni muore dopo malore, sintomi sottovalutati dai medici

di Riccardo Arenawww.radiocarcere.com, 14 novembre 2014Nel carcere "modello" di Bollate, la morte di un detenuto avvenuta in circostanze sospette. Sergio Zea, di 53 anni, muore dopo essere stato per due volte in infermeria. Milano, 22 ottobre. Carcere di Bollate. Sono le 7 del mattino. Sergio Zea, detenuto di 53 anni, ha un improvviso dolore al petto e al braccio sinistro. Sergio viene portato dal medico del carcere. Medico che lo visita e che lo rimanda in cella dopo avergli dato una...