Una campagna di adesioni individuali e di costituzione dei club di +Europa

di Gianfranco Spadaccia
Sono più che mai convinto, tanto più dopo aver letto il “contratto” M5S-Lega, che le liste “+Europa” ci abbiano messo nella condizione di affrontare tempestivamente il vero scontro politico che caratterizzerà i prossimi venti anni non solo in Italia ma nel nostro continente e nell’intero mondo occidentale.
Per superare gli indugi e la situazione di attesa che ci ha caratterizzato dopo le elezioni del 4 marzo, ho proposto alla assemblea di +Europa, composta da Benedetto Della Vedova, Riccardo Magi, Bruno Tabacci e dal sottoscritto, di approvare uno statuto provvisorio che lasci nelle mani dei tre soggetti promotori la formazione delle liste di +Europa per le prossime elezioni europee, lanciando al contempo da subito una campagna di adesioni individuali e di costituzione di club di +Europa, in Italia e fuori d’Italia, soprattutto in Europa. I club devono essere concepiti come associazioni di iniziativa politica e di attività militante in vista della campagna delle elezioni europee e della eventuale raccolta delle firme per potervi partecipare. E fuori d’Italia dovranno essere centri di iniziativa politica federalista europea nel promuovere rapporti con forze politiche a noi affini.
Ho anche proposto:
1) la nomina di un coordinatore affiancato da due vice coordinatori, a cui affidare: la realizzazione di questa campagna, il compito di esprimere le posizioni di + E di fronte alla evoluzione della situazione politica e di realizzare le iniziative che si renderanno necessarie;
2) la nomina di un comitato direttivo composto da cinque rappresentanti per ciascuno dei tre soggetti promotori (Radicali Italiani, Forza Europa e centro Democratico) per prendere le decisioni utili al lancio e alla realizzazione della campagna; per le adesioni individuali ho proposto la fissazione di una quota di 50 euro,
3) la fissazione di una data (fine ottobre?) per la valutazione della risposta che la campagna avrà avuto in termini di adesioni individuali e di costituzione di club + Europa e per decidere le modalità del suo eventuale rilancio anche eventualmente fissando un obiettivo quantitativo minimo di adesioni individuali da raggiungere entro la fine dell’anno o alla fine di gennaio 2019 per la convocazione del congresso costitutivo di + Europa subito prima o subito dopo le elezioni europee;
4) il più importante compito del congresso sarà l’approvazione di uno statuto definitivo: uno statuto federale che dovrà fissare la rappresentanza dei movimenti promotori nel consiglio deliberativo, le modalità di adesione e di rappresentanza di eventuali altri movimenti che facciano richiesta di federarsi e il numero dei seggi eletti direttamente dal congresso in rappresentanza degli aderenti a + Europa. Il modello a cui mi sono ispirato è quello dello statuto del Partito Radicale del 1967, che prevedeva che ogni partito regionale ed ogni movimento federato avesse un rappresentante: i movimenti federati di allora si chiamavano Lega Italiana Divorzio, Movimento di liberazione della donna, FUORI, Fronte Radicale Invalidi, Comitato radicale antiproibizionista, Lega obiettori di coscienza, lega anticoncordataria, Cram per la lotta alle strutture psichiatriche chiuse.
Altre proposte sono state fatte da Riccardo Magi e da Massimiliano Jervolino, che in parte coincidono con le mie in parte no ma che mi sembrano andare comunque nella stessa direzione di un rilancio di + E attraverso una campagna di adesioni individuali e di costituzioni di club da promuovere subito. Questo mi sembra l’essenziale, Gli amici di Forza Europa e del Centro Democratico sanno quanto io li ritenga protagonisti essenziali e indispensabili di questa impresa. Mi auguro perciò che già la settimana prossima si possa raggiungere attraverso un confronto privo di pregiudiziali una intesa che abbia al centro il rilancio di +Europa.
Invito chiunque condivida questo sforzo, di condividere queste proposte attraverso FB e altri social. Per parte mia sono disposto a ricevere già ora i nomi (corredati di indirizzo, numero telefonico e indirizzo di posta elettronica) di quanti sono disposti ad aderire a +Europa.
20 maggio 2108

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA