Ambiente, Massari. Servizi pubblici locali e referendum: no al socialismo municipale, si ai referendum propositivi

 

A Brescia i rifiuti si bruciano per produrre energia elettrica e calo­re mentre a Roma finiscono qua­si tutti in discarica.
Si apre così il pezzo di Rizzo che analizza il dossier di Confartigianato da cui si desume che la mancanza di concorrenza delle aziende municipalizzate impoverisce ancor di più gli italiani, specialmente nel sud.
Noi radicali da sempre riteniamo non più sostenibile il sistema economico basato sul  “socialismo municipale”, credendo necessaria una seria opera di risanamento e privatizzazione.
Per inciso, nel Lazio, utilizzando lo strumento del referendum propositivo, abbiamo proposto una nuova normativa sui rifiuti che esclude sia gli inceneritori che le discariche, puntando tutto sulla riduzione ed il riciclo.
Come sempre, il sistema partitocratico ed una stampa di regime lo hanno “rifiutato”.

© 2009 Partito Radicale. Tutti i diritti riservati

Alessandro Massari, Direzione Nazionale Radicali Italiani

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA