Rita Bernardini: sono indagata. (disobbedienza civile cannabis) Il verbale

SONO INDAGATA. L’ho saputo solo perché è arrivata a Cristian la notifica del decreto di convalida del sequestro. Immagino che analoga notifica sia arrivata, o stia per arrivare, ad Andrea e Lucia. Il reato che mi viene contestato è la violazione dell’art. 73 del DPR 309/90 “in relazione alla detenzione illegale di sostanza stupefacente” – “accertato il 9/11/2012  in Roma”.

Non solo le forze dell’ordine non mi hanno arrestata come dovevano in quanto nessuna immunità parlamentare è prevista se il reato è in flagranza ma, da quanto appreso finora, mi viene contestata solo la detenzione e non anche la coltivazione che ho quasi quotidianamente documentato su Facebook.

Nel verbale di sequestro (scarica PDF»)  redatto dai funzionari di polizia al termine della manifestazione di disobbedienza civile per la cannabis terapeutica svoltasi in Piazza Montecitorio il 9 novembre 2012 è scritto che il totale della marijuana sequestrata (parte ceduta a Cristian, Andrea e Lucia + quella lasciata sul tavolo) pesava quasi sei etti, per l’esattezza 592,85 grammi. Non proprio una modica quantità. Pertanto permane il dubbio: perché non mi hanno arrestata come fanno quotidianamente con migliaia di coltivatori fai-da-te che fanno finire in carcere?

Questo è il documento integrale.   (o scarica il pdf»)

Rita Bernardini, Marco Pannella

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA