Fermate subito il mago Giachetti

Il Fatto Quotidiano
F. Colombo

La parola "furore" mi sembra appropriata. Infatti il consorzio di maggioranza stabile Letta-Alfano è corso a bloccare l’iniziativa di Giachetti e di cento deputati Pd, come se il vicepresidente della Camera avesse proposto il ritorno della monarchia.

La senatrice di maggioranza stabile Finocchiaro ha guidato l’attacco con queste parole. "È un’iniziativa intempestiva. Non possiamo mettere a repentaglio il percorso delle riforme con atti di prepotenza". La frase svela, come avviene a volte nelle scenate in cui qualcuno perde il lume della ragione, il vero motivo (diciamo il motivo ideale) di una simile rivolta contro una proposta di puro buon senso: "Eh no, carino. Se mi sciogli subito, sia pure in modo provvisorio, un nodo che, se Dio ci aiuta, potrebbe non sciogliersi mai, la nostra intoccabilità è finita, e il governo stabile Letta-Alfano potrebbe non apparire più (sia pure ai creduloni), così disperatamente indispensabile".

Notare la seconda parte della fatava della presidente Finocchiaro (Affari costi- tuzionali) contro il miscredente Giachetti: "Non possiamo mettere a repentaglio il percorso delle riforme con atti di prepotenza". E così, d’improvviso, una iniziativa parlamentare che, nel linguaggio ebraico sarebbe decisamente "kasher", cioè non in contrasto con i precetti più rigorosi, diventa "prepotenza". Pensate al seguente copione tragicomico.

Primo, d’ora in poi non ti azzardare a pensare senza Quagliariello al fianco. Secondo, è prepotenza ogni proposta Pd, perché contrasta con il legame a vita. Terzo, il Porcellum sta dove sta e nessuno si sogni di toccarlo. Quarto, fra poco entra in funzione la misteriosa "commissione dei 40" e dobbiamo renderci conto che, per grazia di Dio e volontà dei subalterni, ci consegnerà una Costituzione così nuova e moderna che quella della Resistenza susciterà sorrisi e compatimenti. Per capire, ricordiamo chi è Quagliariello. È il senatore Pdl che ha dichiarato ogni italiano, che non sia cattolico e Pdl (dunque, purtroppo, anche una parte del Pd, insieme ai blasfemi Radicali) mandante o assassino di Eluana Englaro. Cercate di capire la sen. Finocchiaro. Poi chi è Giachetti per quanto vicepresidente della Camera – è un ex Radicale, per forza ha sbagliato.

© 2013 Il Fatto Quotidiano. Tutti i diritti riservati

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA