Un affollato election day

La Stampa – ed. Torino
B. min

ll 25 maggio, visto che ci siamo, facciamoci anche un bel referendum consultivo comunale . Lo chiedono, indovinate un po’?, i radicali, insieme con i grillini e «Alleanza per Torino» di Dario Troiano, che ha preso il posto in Sala Rossa del compianto Alberto Musy. Referendum consultivo a livello cittadino per chiedere ai torinesi, mentre votano per le Europee e ora per le Regionali , se vogliono il road pricing e votare sul «consumo di suolo». Due superstiti di un pacchetto di sei consultazioni sempre farina del sacco radicale. Per poter votare, però, è necessario abolire l’obbligo di andare alle urne solo fra il 15 giugno e il 15 luglio e non in contemporanea con altre elezioni o referendum nazionali. «Se ci diamo da fare – dicono il radicale Viale, il grillino Bertola e Troiano – il Consiglio può discutere e approvare la riforma entro 15-20 giorni a partire da oggi». Conoscendo i ritmi della Sala Rossa e il favore verso i due quesiti, c’è da dubitare.

 

© 2014 La Stampa – ed. Torino. Tutti i diritti riservati

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA