Ass. Coscioni: sul nomenclatore il Governo corregga il tiro altrimenti sarà un danno per i disabili

Dichiarazione di Filomena Gallo, Marco Gentili, Maria Teresa Agati a nome dell’Associazione Luca Coscioni:

“Dopo tanti anni di attesa, il ‘nuovo’ nomenclatore degli ausili per disabili incluso nella revisione dei Livelli Essenziali di Assistenza rischia di rappresentare una vera e propria delusione”.

“Tutti gli ausili, con la sola eccezione delle protesi e delle ortesi su misura, dovranno essere acquistati a gara. Le forniture attraverso gare, oltre a porre i consueti problemi di correttezza delle gare in Italia, non potranno garantire ‘agli assistiti la possibilità̀ di ricevere, secondo le indicazioni cliniche a cura del medico prescrittore, i prodotti inclusi nel repertorio più adeguati”.

“L’obiettivo di una drastica riduzione dei prezzi, se perseguito in questo modo, inevitabilmente comporterà la riduzione della qualità e della funzionalità degli ausili forniti e della reale possibilità di individuare l’ausilio più adeguato per ciascuna persona. Per cui, chi avrà bisogno di un ausilio complesso e rispondente alle sue particolari necessità, dovrà rinunciare a quello della ‘mutua’ e comprarselo di tasca sua”.

“Chiediamo al Presidente del Consiglio Renzi e alla Ministra della Salute Lorenzin di correggere il tiro e individuare un sistema che, a parità di spesa, consenta alle persone disabili di operare liberamente la scelta a loro più adatta tra ausili riconosciuti come validi”.

Filomena Gallo

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA