Carceri e giustizia: Bernardini denuncia drammatica situazione del Tribunale di Sorveglianza di Bologna e chiama in causa ministro Orlando

La Segretaria di Radicali Italiani Rita Bernardini lancia l’allarme per la drammatica situazione del Tribunale di Sorveglianza di Bologna, causata da una spaventosa carenza di personale, sia riguardo ai magistrati, sia al personale di cancelleria e di altri profili lavorativi. Lo stato del Tribunale di Sorveglianza di Bologna è stato descritto puntigliosamente e senza mezzi termini dal presidente Francesco Maisto in una conferenza stampa del 23 giugno puntualmente riscontrata dalle agenzie di stampa e dai quotidiani locali: negli ultimi 6 anni, pur essendo aumentate le competenze, il personale ha registrato una riduzione del 37 per cento. A Bologna i giudici sono quattro più il presidente, come da organico, ma uno è in malattia e per far fronte al lavoro “ne servirebbero il doppio”. Vacante è il posto previsto a Modena, cui fanno supplenza i giudici di Bologna. Ancora più seria è la questione dell’Ufficio di Sorveglianza di Reggio Emilia dove c’è un solo magistrato (sarebbero due, da organico). Per far comprendere il “disastro”, basti sapere che un unico magistrato di Sorveglianza, la dott.ssa Maria Giovanna Salsi, ha sotto la sua responsabilità i territori di Reggio, Parma e Piacenza, con due carceri (che ospitano anche i detenuti in regime di 41 […]

http://www.radicalibologna.it/wordpress/2015/07/08/carceri-e-giustizia-bernardini-denuncia-drammatica-situazione-del-tribunale-di-sorveglianza-di-bologna-e-chiama-in-causa-ministro-orlando/
Amnistia Giustizia Libertà

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA