Rifiuti, Radicali: continua telenovela tra Raggi e Zingaretti, cosa si aspetta a chiudere ciclo rifiuti?

Dichiarazione di Riccardo Magi, segretario di Radicali Italiani, e Alessandro Capriccioli, segretario di Radicali Roma

“Tra incontri annunciati e smentite, tra Regione e Comune sembra di assistere a una telenovela. E non aiuta a fare chiarezza il ministro Galletti che agita lo spettro di maxi multe da parte dell’Ue per la gestione dei rifiuti nel Lazio. Sul tema infatti non c’è nessuna procedura di infrazione e neppure un’indagine. L’unico contenzioso aperto dalla Commissione europea nel 2011 è stato chiuso intempestivamente da Bruxelles pochi mesi fa. Quindi, invece di unirsi alla propaganda, il ministro dell’Ambiente si decida a convocare Zingaretti e Raggi per metterli davanti alle proprie responsabilità. La Regione deve aggiornare il piano rifiuti, che è fermo da oltre 4 anni e infatti contempla ancora la discarica di Malagrotta. Il Comune deve programmare la costruzione degli impianti necessari per rendere Roma autosufficiente. La sindaca Raggi infatti si oppone a discariche e inceneritori, ma poi usa quelli delle altre regioni e di altri paesi, ai danni dei contribuenti romani che pagano la tariffa rifiuti tra le più alte d’Italia. Cosa si aspetta a chiudere il ciclo dei rifiuti della Capitale?

Roma, 11 maggio 2017

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA