Confindustria, Radicali: “Da Boccia denunce condivisibili, passi ai fatti e appoggi nostro referendum su Atac per inaugurare da Roma stagione riforme liberali”

Dichiarazione di Riccardo Magi e di Alessandro Capriccioli, rispettivamente segretario di Radicali Italiani e di Radicali Roma.

Al Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia lo diciamo senza mezzi termini: dai rischi della deriva proporzionalista sul fronte della legge elettorale, ai 20 anni persi per la mancanza delle riforme necessarie, troviamo le sue denunce del tutto condivisibili. Occorre però passare ai fatti. La concorrenza e le liberalizzazioni sono un capitolo fondamentale, da aprire con decisione se si vuol dare al paese un’ambizione realistica di rilancio. Come Radicali siamo fermamente impegnati su questo fronte con diverse iniziative. Ad esempio, invitiamo il presidente Boccia a rivolgere lo sguardo verso Roma, dove stiamo promuovendo un’iniziativa referendaria per liberalizzare il trasporto pubblico locale, rompere il monopolio dell’ATAC e aprire alla concorrenza. Il cambiamento ha bisogno di iniziative concrete, che prefigurino e magari costruiscano alternative. Settanta tra professori universitari e personalità del mondo economico lo hanno capito, e sottoscrivendo un appello di sostegno alla nostra iniziativa hanno lanciato un segnale che speriamo non resti isolato: da Roma può partire una stagione di riforme liberali. Come Radicali saremo impegnati fino a metà agosto a raccogliere le 30.000 firme necessarie per indire il referendum: Confindustria è disponibile a sostenerci?

Roma, 25 maggio 2017

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA