Donne, immigrazione e integrazione: oltre gli stereotipi – con Emma Bonino

Europa divisa sui migranti? Weekend di mobilitazione e dibattito per superare il reato di clandestinità e andare oltre gli stereotipi sugli immigrati. Con un punto di genere, grazie a Pari o dispare, Casa internazionale delle donne e Emma Bonino.

E’ una settimana particolare per parlare di immigrazione, viste le barriere che si continuano a porre in Europa al confine con il Brennero e la decisione di Macron sull’accoglienza nei porti francesi, oltre che gli appuntamenti europei in tema di migranti.

Ma guardando l’Italia in positivo questo è anche il weekend di mobilitazione straordinaria per raggiungere l’obiettivo nella raccolta firme per la legge di iniziativa popolare “io ero straniero, l’umanità che fa bene” per il superamento della Bossi-Fini e il reato di clandestinità, proposta da Emma Bonino, Radicali Italiani, molte organizzazioni e sindaci d’Italia.

Proprio per questo l’organizzazione di Emma Bonino Pari o Dispare (per la parità di genere e contro le discriminazioni multiple) e la Casa Internazionale delle Donne, giovedì 6 luglio, a Roma, proprio nella sala congressi della Casa Internazionale delle Donne (via della Lungara 19) promuovono un incontro fatto di dati, mobilitazione e testimonianze, dal titolo

“Donne, immigrazione e integrazione: oltre gli stereotipi”

Giovedì 6 luglio 2017, dalle ore 17.30

Casa Internazionale delle Donne – Via della Lungara 19

L’incontro vedrà la partecipazione della leader radicale Emma Bonino che parlerà di questa Europa così divisa sul tema migranti e che farà il punto sulla campagna “io ero straniero: l’umanità che fa bene”, la raccolta firme per una legge di iniziativa popolare che superi le restrizioni della Bossi-Fini e il reato di clandestinità nel nostro Paese.

Un quadro europeo, in questo difficile frangente, verrà tracciato anche da Beatrice Covassi, Capo della Rappresentanza della Commissione europea in Italia, a poche ore dal vertice di Tallinn con i ministri degli interni europei sulle migrazioni.

Linda Laura Sabbadini, Statistica sociale ed editorialista de La Stampa racconterà attraverso dati e studi, la realtà degli stranieri in Italia, i problemi e le opportunità che accompagnano il tema dell’immigrazione, mentre Daniele Grassucci, Direttore del portale Skuola.net, racconterà dati ed esperienze dell’integrazione nelle scuole italiane.

Presenti anche Igiaba Scego, giornalista italo-somala, da sempre attiva nel raccontare l’immigrazione fuori dagli stereotipi, accompagnata dalle storie e testimonianze di due imprenditrici straniere, la cinese Sonia Zhou e la serba Ana Laznibat.

A fare gli onori di casa, Francesca Koch per la Casa Internazionale delle Donne e Francesca Montemagno, Presidente di Pari o Dispare, che insieme a Valeria Manieri, Radio Radicale e Pari o Dispare, introdurranno e modereranno l’incontro.

Un aiuto concreto, un dibattito aperto, per accompagnare queste fasi decisive per la raccolta firme per il superamento della legge Bossi -Fini e il reato di clandestinità, un primo passo indispensabile per cambiare il racconto italiano ed europeo sull’immigrazione, oltre le paure e gli stereotipi.

Un incontro e confronto promosso da Pari o Dispare e dalla Casa Internazionale delle Donne di Roma

Introducono

  • Francesca Maria Montemagno Presidente Pari o Dispare
  • Francesca Koch Presidente Casa Internazionale delle Donne

Intervengono

  • Emma Bonino Fondatrice di NPWJ e Presidente onoraria di Pari o Dispare
  • Beatrice Covassi Capo della Rappresentanza della Commissione Europea in Italia
  • Linda Laura Sabbadini Statistica sociale, editorialista de La Stampa
  • Igiaba Scego Scrittrice e giornalista
  • Daniele Grassucci. Direttore di Skuola.net

Con le testimonianze di

  • Sonia, Zhou Fenxia Imprenditrice e proprietaria del ristorante Hang Zhou
  • Ana Laznibat Architetta e Co-fondatrice Associazione Culturale Atelier

Modera

  • Valeria Manieri Radio Radicale

Nel corso del pomeriggio e della sera sarà possibile firmare per sostenere la campagna “Ero Straniero – L’umanità che fa bene”, lanciata ufficialmente il 12 aprile in una conferenza stampa al Senato da Emma Bonino, da Radicali Italiani, da molti sindaci italiani e dalle organizzazioni promotrici della legge di iniziativa popolare per superare la legge Bossi – Fini e cambiare le politiche sull’immigrazione puntando su inclusione e lavoro.

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA