Siria. Radicali: Allucinante e incredibile che Siria guidi conferenza disarmo ONU

“Italia non partecipi ai lavori della Conferenza!”

Firma qui l’appello Assad all’Aja!

Dopo 7 anni di guerra, mezzo milione di morti e oltre 10 milioni di profughi e sfollati, dopo l’utilizzo di armi chimiche sui civili, ieri l’ambasciatore di Damasco ha aperto i lavori della Conferenza ONU sul Disarmo. La presidenza dell’organismo multilaterale composto da 65 Stati è a rotazione: cambia ogni quattro settimane seguendo l’ordine alfabetico dei nomi in inglese dei Paesi membri. Prima di Damasco la presidenza è stata assunta dalla Svizzera.

Dichiarazione di Riccardo Magi e Silvja Manzi (Segretario e Tesoriere di Radicali Italiani) e Igor Boni (Direzione nazionale Radicali Italiani).

“Sembra uno scherzo macabro e di cattivo gusto ma è la cruda realtà. Un regolamento ridicolo delle Nazioni Unite che prevede la rotazione della Presidenza per la Conferenza sul Disarmo porta nelle mani della Siria e del macellaio Assad la responsabilità di parlare e presiedere questi incontri. Sì, proprio il Governo siriano che si è reso responsabile di una guerra ai civili senza precedenti con anche l’utilizzo di armi chimiche.

Chiediamo che tutti gli Stati, Italia compresa, rifiutino di partecipare ai lavori di questa conferenza e non diano alcun sostegno, nemmeno indiretto, alla presidenza siriana.

E chiediamo a tutti i cittadini di sottoscrivere il nostro appello internazionale per l’incriminazione di chi si è macchiato di crimini contro l’umanità in Siria.

#LiberidalDebito
#SostieniciNelTempo
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti su campagne, iniziative, eventi

DIFFONDI LA CAMPAGNA