Migranti, Magi a incontro Mit-attivisti Ong. “Morti aumentano ma governo chiude a dialogo”

“Ho partecipato come parlamentare all’incontro tra una delegazione degli attivisti della rete Restiamo Umani e delle ONG Sea Watch e Open arms, il portavoce del ministro Toninelli, Ulisse Spinnato Vega, e con il capitano di fregata Nunzio Tattoli della Guardia costiera”, lo fa sapere Riccardo Magi, deputato di +Europa e segretario di Radicali Italiani che da questa mattina, con l’obiettivo di mediare, si trova insieme ad altri dirigenti radicali davanti alla sede del Ministero dei Trasporti, dove all’alba 50 attivisti si sono incatenati per manifestare contro le politiche del governo sull’immigrazione e a supporto delle Ong impegnate nei salvataggi in mare.

“Purtroppo, a fronte di una serie di questioni poste agli unici interlocutori del ministero con cui è stato possibile parlare sulla perdurante criminalizzazione dell’operato delle Ong da parte del governo, sulla istituzionalizzazione della omissione di soccorso, determinata di fatto dalle recenti scelte dell’esecutivo, sulla sistematica violazione dei diritti umani e sull’aumento delle morti in mare, causata dalla stessa scelta di delegare alla guardia costiera libica le operazioni di salvataggio pur sapendo che la Libia non è oggettivamente un “posto sicuro” in cui ricondurre i naufraghi, non c’è stata alcuna volontà di dialogo e neppure la disponibilità a fissare un incontro con il ministro per affrontare questi temi”, denuncia il deputato radicale. “I rappresentanti del Mit si sono limitati a rispondere che ‘i porti italiani non sono chiusi’, ma che è possibile che non vengano assegnati in caso di assetti che abbiano effettuato salvataggi e richiedano sbarco in Italia”, conclude Magi.

Davanti al ministero erano presenti anche la presidente di Radicali Italiani Antonella Soldo e il Segretario di Radicali Roma Simone Sapienza.

Roma, 11 luglio 2018

#LiberidalDebito
#SeiRadicale
#RadicalCannabisClub
#EroStraniero
#Parliamone!
#PiùEuropa

Mettiti in contatto con noi

 
Avendo letto l'informativa sul trattamento dei dati personali

DIFFONDI LA CAMPAGNA