70 anni di diritti umani, 7 anni di guerra in Siria

Lunedì 10 dicembre alle ore 20.30, per la Giornata mondiale dei diritti umani a 70 anni dalla proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani, presso la sede di Radicali italiani a Roma si terrà l’evento: Siria, 7 anni di guerra e di silenzi.

Partecipano Silvja Manzi, segretaria di Radicali italiani; Claudia De Martino, ricercatrice all’UNIMED – Mediterranean Universities Union; Riccardo Cristiano, giornalista; Francesco Piccat, ricercatore.

 

Dal giugno 2011 in Siria è in atto una vera e propria “guerra ai civili”: circa 400.000 morti, di questi oltre 20.000 bambini; 11 milioni di sfollati e 5,5 milioni di profughi che sono fuggiti fuori dai confini del Paese.

Oggi, grazie al sostegno militare della Russia di Putin, il dittatore Bashar Al-Assad ha rimesso le mani su gran parte del Paese. Sulla Siria si sono concentrate le insipienze dell’Occidente e le mire espansioniste russe, insieme al tentativo di molti gruppi di terroristi di conquistare territori e basi d’azione.

Oggi pace e democrazia sono solo un auspicio, mentre resta viva più che mai la proposta di far intervenire la giustizia internazionale per indagare e condannare chi si è macchiato di crimini di guerra e contro l’umanità.

Perché anche in Siria non ci sarà pace senza giustizia.

Radicali italiani ha promosso l’Appello “Assad all’Aja. Per una Siria libera, democratica e pacifica”.

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA