Giornata internazionale migranti: Continua raccolta firme per stop a criminalizzazione solidarietà

In Italia, in Europa e nel mondo i migranti continuano a essere bersaglio di campagne d’odio da parte dei governi.

whatsapp-image-2018-12-18-at-15-54-40

“In Italia, in Europa e nel mondo i migranti continuano a essere bersaglio di campagne d’odio da parte dei governi. E chi difende i loro diritti fondamentali, chi si impegna per salvare vite in mare e sulla terra ferma, è quotidianamente oggetto di criminalizzazione.

Ma la solidarietà non può essere reato e gli Stati, invece di dividersi e alzare muri, devono fare fronte comune per governare i fenomeni migratori nel rispetto della legalità e tutelando la vita di chi fugge da guerre, persecuzioni e dalla fame alla ricerca di un’esistenza dignitosa”, lo dichiara in una nota Silvja Manzi, Segretaria di Radicali italiani.

L’Europa deve assumersi le proprie responsabilità – continua – per questo nella Giornata internazionale dei diritti dei migranti vogliamo rilanciare con forza l’appello a tutti a firmare l’iniziativa popolare europea “Welcoming Europe. Per un’Europa che accoglie” che chiede alla Commissione europea di presentare un atto legislativo in materia di immigrazione per dire basta alla criminalizzazione della solidarietà, creare canali di ingresso sicuri e garantire giustizia a tutte le vittime di abusi.

La raccolta firme, online e cartacea, è in corso in diversi stati Ue. In Italia l’abbiamo promossa come Radicali Italiani insieme a tantissime organizzazioni laiche e religiose con l’obiettivo di raggiungere 60 mila sottoscrizioni entro febbraio.

Al traguardo ne mancano meno di metà, ora serve davvero lo sforzo di tutti coloro che credono in un’Europa che accoglie e tutela i diritti umani”, conclude la Segretaria di Radicali Italiani.

POST COLLEGATI

Mettiti in contatto con noi

 

DIFFONDI LA CAMPAGNA